Untitled-1

Vini Bianchi Francesi

Quali sono i migliori vini bianchi francesi?

Per parlare esaustivamente di vini bianchi francesi si potrebbe scrivere un volume di enciclopedia. Qui ci proponiamo di soffermarci in particolare sui più famosi e su quelli considerati universalmente migliori per qualità e riconoscimento mondiale. Sempre tenendo presente che ogni degustatore e appassionato di vino ha il suo gusto e i suoi stili preferiti. La Francia è uno dei più grandi produttori al mondo di vini bianchi di alta qualità, con diverse regioni vinicole che producono una gamma di uve differenti, tra cui diverse che sono state esportate e al giorno d'oggi sono coltivate in tanti altri paesi. Originari della Francia, ma straordinariamente apprezzati in tutto il mondo, ci sono due vitigni a pari merito che si contendono il primo posto: il Sauvignon Blanc e lo Chardonnay. Curiosamente, il Sauvignon Blanc non è sicuro se sia originario della Loira o di Bordeaux, dove pure c'è la tradizione dei vini bianchi, seppur largamente superati in fama dalla controparte in rosso. Negli anni '90 è stato dimostrato che il Sauvignon Blanc, insieme al Cabernet Franc, è il genitore del Cabernet Sauvignon, di cui questo è un incrocio. Come riconoscere il Sauvignon Blanc? In generale c'è una caratteristica che lo rende sempre riconoscibile: i sentori vegetali ed erbacei dovuti alle metossipirazine, che sono composti chimici presenti anche nel peperone verde, la foglia di pomodoro e altre cose che compaiono spesso nella lista degli aromi di quest'uva. La spiccata acidità e la capacità di rispecchiare bene il terroir lo rendono molto interessante da coltivare in diverse zone. Lo Chardonnay, dal canto suo, è originario della Borgogna, dove ancora oggi è l'uva bianca regina della regione. Se ti stai chiedendo: quali sono le caratteristiche principali dello Chardonnay? La risposta si trova nei suoi tipici tratti di generosità, ampiezza e rotondità, che spesso si accompagnano a una golosa grassezza, paragonabile alla sensazione del burro. La bella vena acida dello Chardonnay e il suo lato fruttato, si prestano bene anche all'invecchiamento in legno.

Da quali regioni vengono i vini bianchi francesi più famosi?

In termini di numeri, la produzione di vini bianchi rappresenta circa il 30% della produzione totale di vino in Francia, con la Loira e la Borgogna che insieme costituiscono circa il 50% dei bianchi francesi. Una delle regioni che spicca per la produzione di vini bianchi è innanzitutto la Loira, situata nella parte nordoccidentale del paese. La Valle della Loira, oltre a una concentrazione incredibile di castelli e dimore storiche disseminati lungo il corso del fiume, vanta anche la più lunga strada del vino in Francia con denominazioni che si susseguono per 800 km. La regione è nota per la varietà delle uve che vengono coltivate, tra cui il Sauvignon Blanc, e altri vitigni minori come lo Chenin Blanc e l'Ugni Blanc. Essendo la Valle della Loira così vasta, si può trovare una grande varietà di terreni e climi. La Borgogna, culla d'origine dello Chardonnay, è un'altra regione in cui la produzione di vini bianchi è famosa in tutto il mondo. Qui la viticoltura ha una tradizione molto antica, che ha il suo punto di svolta nel lavoro fatto dai monaci cluniacensi (Cluny si trova infatti a pochi chilometri da Mâcon). In questa regione vengono elaborati sia vini rossi che bianchi, entrambi di grandissima qualità, nonché alcuni dei vini più costosi al mondo. I più famosi cru della Borgogna saranno elencati nel prossimo paragrafo, ma prima di abbandonare la visione a livello macro delle regioni, merita una menzione speciale la regione dell'Alsazia. I vini bianchi alsaziani sono rinomati e apprezzati in tutto il mondo per la loro freschezza, acidità e complessità aromatica. Situata al confine con la Germania, l'Alsazia ha una lunga tradizione vinicola che risale all'epoca romana e che ha permesso ai suoi viticoltori di sviluppare tecniche di vinificazione particolari. In Alsazia si utilizzano principalmente uve come il Riesling, il Gewürztraminer e il Pinot Gris. Il Riesling, in particolare, è forse il vino bianco più famoso della regione ed è stato descritto come il "re del vino bianco dell'Alsazia" per via della sua straordinaria versatilità e della sua capacità di esprimere il terroir, attraverso una voce molto riconoscibile. Anche il Gewürztraminer è molto apprezzato per la sua complessità aromatica, con note di frutta esotica, spezie e fiori. Infine, il Pinot Gris, con la sua freschezza e la sua acidità ben bilanciate, è un vino versatile che si sposa molto bene con i piatti a base di pesce e le verdure.

I migliori vini bianchi francesi: gli imperdibili

I migliori vini bianchi francesi sono famosi in tutto il mondo per la loro altissima qualità e sfumature di gusto uniche. Ci sono diverse denominazioni di origine per i vini bianchi francesi, ma tra i più noti ci sono sicuramente Pouilly Fumé, la Côte de Beaune, Chablis Premier Cru e Grand Cru. Questi vini sono realizzati con tecniche di produzione attente e cercano di rappresentare il terroir dell'area di produzione in cui vengono coltivate le uve. Fondamentale anche la differenza tra Chardonnay e Sauvignon per capire cosa si andrà a degustare. Il Pouilly Fumé è un elegante vino bianco prodotto nella regione della Valle della Loira con uve di Sauvignon Blanc. Noti per le loro sfumature minerali e di pietra focaia, come si intuisce dal nome della denominazione, questi vini sono perfetti per accompagnare piatti di pesce. La denominazione di Chablis Premier Cru e Chablis Grand Cru, parte della regione della Borgogna anche se geograficamente leggermente più a nord e vicina alla Champagne, è un'altra zona francese famosa per la produzione di vini bianchi. Qui l'unico vitigno è lo Chardonnay. La zona è nota per i suoi terreni calcarei e ricchi di fossili marini, che danno un caratteristico aroma di pietra focaia. Qui, le radici delle viti penetrano attraverso un sottosuolo di origine antichissima, donando le note minerali distintive. La Côte de Beaune, situata a sud della Borgogna, è un'altra area importante per la produzione di vini bianchi, tra cui spicca il celebre Meursault, noto per i suoi bianchi corposi e profumati, prodotti esclusivamente con uve Chardonnay. Anche la denominazione Puligny-Montrachet è situata in quest'area e produce grandi vini bianchi, eleganti e complessi. Vi è poi la Côte de Nuits, che, sebbene famosa per i suoi rossi, produce anche Vini bianchi come il celebre Clos de Vougeot Bianco. Se si parla di Borgogna in bianco bisogna nominare certamente anche Pouilly-Fuissé (diverso da Pouilly Fumé, come abbiamo visto), Mâcon e Hautes-Côtes-de-Beaune. 

Vino bianco francese fruttato: ecco qualche consiglio

Il vino bianco francese ha una vasta gamma di profumi e sapori, dalle note fruttate alle note più speziate e minerali. Per gli appassionati di bianchi francesi con un profilo fruttato, rimanendo sui vini bianchi secchi (i vini dolci e gli Champagne sono un mondo a parte), c'è una vasta scelta di vini che dovresti considerare, in particolare quelli provenienti dalle regioni della Loira e dell'Alsazia. Per i vini bianchi francesi della Loira, opta per i vini che utilizzano il Sauvignon Blanc come uva base. Questo tipo di vino ha un profilo fruttato e un aroma erbaceo che si abbina bene a piatti a base di pesce e frutti di mare, ma anche con i formaggi di capra, portando un'ottima freschezza al palato. Anche il Muscadet (il nome intero della denominazione è Muscadet Sèvre et Maine), saprà regalarti un opulento ventaglio di sensazioni fruttate, grazie al vitigno Melon de Bourgogne. Invece, per i vini bianchi francesi dell'Alsazia, il Riesling, il Gewürztraminer e il Pinot Gris sono le tre principali uve, vere e proprie campionesse dei bouquet fruttati. Questi vini hanno un sorso corposo e aromi speziati, spesso accompagnate da note di frutti tropicali e miele. Il Gewürztraminer, ad esempio, è conosciuto per il suo bouquet floreale e speziato, che lo rende perfetto per abbinamenti con piatti saporiti come il pollo al curry e i piatti orientali. Il Pinot Gris, invece, può essere considerato come un'ottima alternativa allo Chardonnay, con un profilo fruttato e speziato che lo rende ideale con piatti di pesce come il salmone e il polpo in umido. Insomma, i vini bianchi francesi non deludono mai, grazie alla loro grande varietà di uve e al loro inimitabile terroir. Che tu sia un esperto sommelier o un semplice appassionato, non puoi non innamorarti delle mille sfumature dei bianchi d'Oltralpe.  

Hai visualizzato di 246 prodotti

Mostra di più

Loading...
|