Untitled-1

Friuli-Venezia Giulia

Quali sono le caratteristiche del vino bianco friulano?

Il vino bianco in Friuli è una delle eccellenze enologiche italiane, grazie alla sua stratificazione e alla complessità delle sue note aromatiche. Numerosi sono i vitigni autoctoni coltivati: dal tocai friulano al verduzzo friulano, dal picolit alla vitovska, ma anche tradizionali come la malvasia istriana e ribolla gialla che fanno ormai parte della tradizione friulana dal XIII secolo, e gli internazionali come sauvignon, chardonnay e pinot grigio. Persino il mitico glera, uva alla base del prosecco proviene da questa regione, in provincia di Trieste precisamente. La denominazione Prosecco Doc infatti comprende sia Friuli che Veneto. In generale in questo territorio, il vino bianco ha un colore delicato che può variare dal paglierino al dorato-ramato. Al naso, il vino presenta un aroma delicato e raffinato, con sentori di frutta estiva, fiori bianchi e agrumi. In bocca, il vino ha un gusto secco, sapido e minerale, ma allo stesso tempo equilibrato e rotondo.

Il vino friulano bianco è fruttato?

Le uve come il friulano e la ribolla gialla producono vini dall'aroma intenso di pesca e albicocca, con note di pera e mela. La malvasia istriana e il pinot grigio, invece, rivelano note di frutta esotica come il litchi e il mango, oltre alla pera e al mandarino. Tra i vitigni internazionali utilizzati nella produzione dei vini friulani bianchi, sono molto diffusi anche lo chardonnay e il sauvignon blanc, con le loro note di frutta esotica come il passion fruit e il pompelmo rosa, insieme ad una leggera nota erbacea. Per enfatizzare i profumi fruttati unici dei vini bianchi friulani, vengono utilizzate diverse tecniche di vinificazione, come la macerazione a freddo e la fermentazione in acciaio inox. Queste tecniche permettono di preservare le note fruttate dei vini, esaltandone la freschezza e la vivacità.

Curiosità: perché non si può più chiamare Tocai?

Il motivo alla base del divieto è dovuto alla denominazione di origine protetta del vino ungherese Tokaji, che impedisce l'utilizzo del nome per qualsiasi altro vino prodotto in Europa, tra cui il nostrano Tocai. Per evitare la confusione tra i due vini, è stato necessario, a partire dalla vendemmia del 2008, cambiare il nome del vitigno da Tocai friulano a Friulano

Quali sono i migliori produttori di vini bianchi friulani?

Ecco alcuni produttori di vini bianchi friulani da tenere d'occhio: 1. Livio Felluga - un'azienda che produce vini di alta qualità dal 1956. Il loro vino bianco di punta è il Friulano, che è prodotto da uve autoctone con note di fieno, erbe e frutta gialla. 2. Jermann - un altro produttore di vini bianchi di alta qualità, che utilizza una miscela di varietà internazionali e autoctone. Il loro vino bianco di punta è il Vintage Tunina, un blend di Chardonnay, Sauvignon Blanc, Malvasia Istriana, Ribolla Gialla e Picolit. 3. Schiopetto - questa azienda utilizza prevalentemente uve autoctone e tradizionali per i suoi vini bianchi, come il Friulano e la Ribolla Gialla. Il loro vino bianco di punta è il Collio, che ha un caratteristico aroma di mela, pera e fiori bianchi. 4. Marco Felluga - questa azienda utilizza principalmente uve autoctone per i suoi vini bianchi, come la Ribolla Gialla e il Friulano. Il loro vino bianco di punta è il Russiz Superiore, un blend di Sauvignon Blanc, Chardonnay e Malvasia Istriana. 5. VINIVERSO by i clivi - l'azienda si distingue per la sua attenzione alla sostenibilità ambientale e alla biodiversità, che viene mantenuta attraverso la pratica di colture biodinamiche. Tra i loro vini bianchi di punta, vi sono Friulano, Ribolla Gialla 'I Clivi', Malvasia Istriana, Pinot Grigio e Verduzzo Friulano. Questi sono solo alcuni dei molti produttori di vini bianchi friulani di alta qualità presenti nella regione e nel nostro shop del vino online, per scoprirli tutti cerca nel nostro catalogo.  

Hai visualizzato di 241 prodotti

Mostra di più

Loading...
|