Untitled-1

Verdicchio

Che tipo di vino è il Verdicchio?

Prodotto principalmente nella regione delle Marche, da uve Verdicchio, questo vino si distingue per la sua personalità vivace e il suo carattere distintivo.
Il Verdicchio si presenta in diverse tipologie, dalle versioni più giovani e frizzanti, ideali per essere consumate in gioventù, fino alle versioni Riserva, più strutturate e capaci di invecchiamento.

La sua palette aromatica è sorprendentemente varia, con sentori che possono spaziare dalla frutta a polpa bianca, come la mela verde e la pera, agli agrumi, fino a note floreali di acacia e gelsomino. Non mancano poi accenni di erbe aromatiche e, nei vini più maturi, sfumature di frutta secca, miele e spezie dolci.
In bocca, il Verdicchio si distingue per la sua acidità vivace e la sua mineralità marcata, spesso accompagnate da una piacevole nota ammandorlata nel finale, che potremmo considerare il "trademark" del vitigno.

Queste caratteristiche lo rendono un vino estremamente versatile e apprezzato, capace di accompagnare una vasta gamma di piatti e di soddisfare palati diversi.

Perché si chiama Verdicchio?

Il nome "Verdicchio" deriva dalla parola, chi l'avrebbe mai detto, "verde", non solo per il colore dei grappoli alla vendemmia, ma anche per le sfumature che il vino può assumere nel bicchiere, specialmente quando è giovane.

Qual è il miglior Verdicchio? Quanti tipi di Verdicchio esistono?

Le denominazioni di riferimento, sia per la DOC che la DOCG, sono due:

1-Il Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC (compresa la sottozona del Classico). La versione più famosa e nota nel resto del paese. Vino fragrante e di freschezza incredibile, si presenta giallo paglierino con evidenti riflessi verdognoli che rendono evidente l'origine del nome. Apre le danze con aromi floreali che si evolvono verso frutta a polpa bianca, come mela e pesca e chiudono con la firma del vitigno, il finale amarognolo, dominato dalle note di mandorla.

In base alla collocazione dei vigneti nella DOC può esprimere piacevoli note minerali. Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva DOCG richiama le caratteristiche della versione DOC, ma esibisce anche note terziarie derivate dall'affinamento prolungato. Infatti il Verdicchio, anche se spesso bevuto giovane, si presta a invecchiamento anche decennale, dimostrandosi un autentico vino bianco pregiato.

2-Il Verdicchio di Matelica. Ecco l'esempio perfetto di quanto il terroir possa influenzare la produzione di un vino. Qui ci siamo spostati in provincia di Ancona, in altura, dove le brezze marine non arrivano. Questo Verdicchio è infatti meno spinto sugli aromi di frutta a polpa bianca e su quelli floreali e in gioventù è meno godibile ed esplosivo della sua controparte jesina. Ma da il meglio di se nei terziari, soprattutto nella versione Verdicchio di Matelica Riserva DOCG, dove anche grazie alla fermentazione malolattica, emergono aromi di cedro, note tostate e una bella struttura e rotondità.

Con cosa abbinare il Verdicchio?

Il Verdicchio dei Castelli di Jesi, fresco e fruttato, è ideale in abbinamento con antipasti di mare, risotti ai frutti di mare e pesce azzurro. Il Verdicchio di Matelica, più strutturato, si abbina bene con piatti più ricchi, come branzino al forno, carni bianche e formaggi di media stagionatura. Entrambi celebrano la cucina marchigiana, esaltando sapori dal mare alla terra.

Quanto costa un buon Verdicchio?

Per un Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC base, si può partire da circa 5-10 euro per una bottiglia, un prezzo accessibile per un vino di piacevole beva quotidiana.

Passando a un Verdicchio di Matelica DOC, che tende ad avere una produzione leggermente più limitata, i prezzi possono iniziare da circa 8-15 euro, riflettendo spesso una maggiore concentrazione e potenziale di invecchiamento.

Per le versioni Riserva o quelle prodotte da vigneti selezionati, con maggior potenziale di invecchiamento e complessità, i prezzi possono salire, situandosi tra i 15 e i 30 euro, e talvolta anche oltre per etichette di particolare prestigio o annate eccezionali.

Scopri le migliori etichette nella nostra selezione di vini online curata dai migliori wine expert. Se non sai quale produttore scegliere, qui su Tannico trovi i nomi più importanti, come Garofoli e Marotti Campi ma anche gli emergenti più interessanti come Filodivino e Pievalta.

Hai visualizzato di 51 prodotti

Mostra di più

Loading...
|