Untitled-1

Falanghina

Il simbolo della rinascita enologica del Sud Italia

La Falanghina è un vitigno che ha saputo riscoprire la sua identità e il suo valore in tempi relativamente recenti, diventando un simbolo della rinascita enologica della Campania e più in generale del Sud Italia. Questo vitigno è un emblema dei migliori vini bianchi campani, ma le sue radici si estendono anche in altre regioni del Mezzogiorno, come la Puglia e il Molise.

È un vino che parla la lingua del sole, del mare e della terra vulcanica, un vino che racconta storie di antiche tradizioni e di un presente vitivinicolo che guarda con fiducia al futuro.

Perché si chiama Falanghina?

La leggenda vuole che il nome "Falanghina" derivi dalla parola latina "phalangae", che si riferisce ai pali di sostegno, o falanghe, utilizzati in antichità per sostenere le viti. Un'altra interpretazione suggerisce che il nome possa derivare dalla parola greca "phalanx", alludendo alla forma compatta dei grappoli.

Le caratteristiche dei vini Falanghina

La Falanghina è un vino bianco noto per la sua vivace acidità, il suo profilo aromatico fruttato e floreale, e una piacevole mineralità che riflette spesso il terroir vulcanico di alcune delle sue migliori espressioni. Al palato, i vini prodotti da Falanghina sono freschi, croccanti e armoniosi, con note di agrumi, mela verde, pesca, pera e talvolta sfumature di mandorla e fiori bianchi.

Denominazioni principali

La Falanghina è protagonista in diverse DOC, tra cui la Falanghina del Sannio DOC, la Campi Flegrei DOC Falanghina e la Falerno del Massico DOC, dove è possibile trovare sia versioni monovarietali che blend in cui la Falanghina viene abbinata ad altre varietà locali. È anche una delle varietà ammesse nella famosa DOCG Fiano di Avellino, sebbene in questo caso il Fiano sia il vitigno dominante.

Abbinamenti

La freschezza e vivacità della Falanghina la rendono un vino ideale per una varietà di abbinamenti, soprattutto quelli a base di pesce e frutti di mare. È deliziosa con antipasti leggeri, insalate estive, piatti a base di verdure e perfetta per accompagnare la classica mozzarella di bufala campana. La Falanghina può anche sorprendere in abbinamento con cibi asiatici, bilanciando sapientemente i sapori speziati e agrodolci.

I prezzi dei vini Falanghina

La Falanghina è generalmente accessibile e offre un ottimo rapporto qualità-prezzo. È possibile trovare bottiglie di Falanghina piacevoli e di buona qualità nella fascia di prezzo che va dai 7 ai 15 euro, perfette per il consumo quotidiano o per un aperitivo improvvisato.

Quando ci si sposta verso le espressioni più ricercate di Falanghina, come quelle provenienti da vigneti particolarmente rinomati o da produttori di alto calibro, i prezzi possono salire. Per esempio, una Falanghina del Sannio DOC riserva o una selezione speciale potrebbe aggirarsi tra i 20 e i 40 euro, a volte anche più, a seconda della reputazione del produttore e della rarità del vino.

Naturalmente, ci sono anche etichette di Falanghina che possono superare questa fascia di prezzo, specialmente se stiamo parlando di bottiglie da collezione o di annate considerate eccezionali. 

I produttori

Feudi di San Gregorio: questa cantina è uno dei portabandiera della viticoltura campana di alta qualità. La loro Falanghina è un punto di riferimento per il vitigno, esprimendo freschezza, mineralità e un'eleganza che riflette il terroir vulcanico.


Di Majo Norante: cantina molisana conosciuta per la produzione di vini di qualità che includono la Falanghina. I loro vini sono frutto di un mix tra tradizione e innovazione.

Fattoria la rivolta
:
i vini di Fattoria La Rivolta si distinguono per la loro autenticità e carattere. La loro Falanghina del Sannio DOC è un vino che cattura l'essenza del vitigno con note di frutta fresca, floreali e una mineralità intrigante che è il segno distintivo del suolo vulcanico e calcareo della zona.

Hai visualizzato di 27 prodotti

Mostra di più

Loading...
|