Untitled-1

Chianti

Il Chianti è uno dei vini più importanti della Toscana e uno dei vini rossi più famosi d’Italia, soprattutto nella versione DOCG Chianti Classico, a base di uve Sangiovese. Nella nostra enoteca troverai le migliori bottiglie di vino Chianti, dei grandi produttori che hanno contribuito a renderlo famoso come Ricasoli e Castello di Ama, e delle piccole cantine artigianali.

Che tipo di vino è il Chianti?

Il territorio delle colline del Chianti si estende su diverse zone della Toscana, tra cui quella più importante e famosa del Chianti Classico, da dove arrivano alcuni dei vini migliori della regione, insieme a quelli delle DOCG Chianti Colli Senesi e Chianti Colli Fiorentini.

Le caratteristiche del Chianti derivano dalla tipicità del Sangiovese, che in Toscana si esprime in modo unico, con note di ciliegia, mora e sottobosco, buona struttura e freschezza, e con eleganza e profondità nella zona del Chianti Classico.

Con cosa abbinarlo?

Versatile negli abbinamenti, è soprattutto con le carni rosse che il Chianti dà il meglio di sé: provalo in abbinamento con la carne grigliata e lo scoprirai. Oppure scopri un buon vino rosso da regalare nella nostra selezione.

Dove nasce il vino Chianti?

Prima del cambiamento del disciplinare, il vino Chianti era tipicamente prodotto utilizzando una miscela di uve, principalmente Sangiovese accompagnato da altri vitigni come Canaiolo, Colorino, Malvasia e Trebbiano (ebbene sì, dei bianchi!). Era comune trovare un alto numero di varietà utilizzate nella produzione del Chianti, il che spesso portava a una grande diversità di stili e qualità tra i vini.

Inoltre, la regione del Chianti comprendeva un'area geografica molto più ampia rispetto all'attuale Chianti Classico. Questo significava che i vini prodotti sotto l'etichetta del Chianti potevano provenire da diverse zone della Toscana, con terreni e microclimi diversi. Di conseguenza, il carattere e la qualità dei vini potevano variare notevolmente da un produttore all'altro.

Qual è la differenza tra Chianti e Chianti classico?

Negli anni '90, il disciplinare del Chianti è stato rivisto con l'obiettivo di migliorare la qualità e la consistenza dei vini prodotti.

Una delle principali modifiche apportate è stata l'introduzione di regole più rigide per la produzione del vino Chianti Classico, che ha limitato il numero di uve utilizzate nel blend principale al 80-100% di Sangiovese. Sono stati anche stabiliti requisiti più precisi per l'invecchiamento del vino.


Qual è invece la differenza tra Chianti e Chianti Riserva?

Il Chianti è il vino base della DOC, fatto almeno per l'80% di Sangiovese. Deve avere minimo 11.5% gradazione e può essere bevuto giovane.

Il Chianti Riserva invece deve invecchiare almeno 2 anni (3 per le annate eccellenti), di cui almeno 3 mesi in bottiglia. La gradazione sale al 12.5% e il Sangiovese sale al 90%.

Rispetto al Chianti, la Riserva è più strutturata, tannica e complessa. I suoi profumi e sapori si fondono meglio ed è indicata per accompagnare piatti di carne e formaggi.

Quanti tipi di Chianti ci sono?

Ciò ha portato a una maggiore coerenza e riconoscibilità dei vini Chianti prodotti sotto il disciplinare del Chianti Classico, che è diventato una sottoregione con confini geografici ben definiti. I vini prodotti in altre parti della regione toscana che non rientrano nel Chianti Classico, invece, sono spesso etichettati con altre denominazioni come Chianti Colli Senesi o Chianti Rufina.

Le migliori cantine del Chianti

Questa DOC toscana ha tantissimi produttori eccellenti, ma vi segnalo alcune delle cantine storiche e di qualità che non possono mancare nella vostra collezione:
Castello di Monsanto: vigneti spettacolari sulle colline di San Casciano. Struttura ed eleganza.

Fontodi: capolavori di Sangiovese da uve bio. Sensazionali!

Ruffino: tra le più note, la loro Riserva Ducale è sempre una garanzia di piacere.

Castello di Ama: vigneti a picco sul panorama di Gaiole. Finezza e mineralità da lasciare a bocca aperta.

Dievole: Chianti biologici di grande charme da uve selezionate a mano.
Provateli e capirete perché il Chianti è da sempre considerato il re dei vini toscani!

I prezzi dei vini Chianti

Ovviamente i prezzi possono variare in base all'annata e alla cantina. Ma queste linee guida vi aiuteranno a trovare sempre un buon Chianti per ogni budget. 

Vediamo le fasce di prezzo indicative per i Chianti:

Chianti/Chianti Superiore: 5-8 euro. Ottimo rapporto qualità-prezzo per bere ogni giorno. Chianti Riserva: 8-12 euro. Più strutturati e indicati per secondi di carne e formaggi.

Chianti Classico: 10-15 euro. Dalle annate migliori, da gustare con piatti toscani.

Chianti Classico Riserva: 15-25 euro. Lunghi invecchiamenti, più complessi e adatti a pasti speciali.

Grandi Chianti Classico: 25-50 euro. Le migliori annate di cantine storiche, da collezione.

Chianti Classico Riserva “annata”: 50-100 euro. Etichette per intenditori, da stappare in occasioni importanti!

Hai visualizzato di 138 prodotti

Mostra di più

Loading...
|