Consegna garantita per la festa del papà per ordini effettuati entro le h12.00 del 14/03*. Scopri dove >

Festa del papà, ordina entro il 14/03 h12*. Scopri dove >

Untitled-1

Morellino di Scansano

Il vino Morellino di Scansano è un vino rosso della Maremma e fra i più conosciuti della Toscana. In questa sezione potrai trovare il miglior Morellino di Scansano, dei piccoli vignaioli o delle cantine più famose: Terenzi, Poliziano, Poggio Argentiera e tante altre ancora.

Dove si produce il Morellino? Con quali vitigni?

Prodotto a partire da uve Sangiovese, il Morellino ha trovato il suo habitat naturale nel Sud della Toscana, in un territorio dal suolo acido e alcalino non distante dal mare, un tempo invaso dalle paludi e oggi bonificato e cosparso di vigne che ne hanno preso il posto.

È il frutto di un lungo lavoro di bonifica e innovazione, dove l’85% delle uve utilizzate è Sangiovese e il restante 15% può spaziare dal Ciliegiolo al Colorino, il Canaiolo, il Montepulciano, il Merlot, la Malvasia Nera, Syrah, Cabernet Franc e Sauvignon.

Ma non sono rari i casi in cui lo si produce con Sangiovese in purezza.

Le caratteristiche organolettiche

Il Morellino ha caratteristiche uniche, che lo differenziano dai vini con le stesse uve della regione: i tannini sono sottili, gradevoli e raffinati, è dotato di grande freschezza e sapidità, qualità date soprattutto dal clima asciutto della Maremma e dalla vicinanza del mare.

Il Morellino di Scansano DOCG è presente in due versioni: base e Riserva.

Nella sua versione Riserva ha bisogno di essere sottoposto ad un periodo di invecchiamento non inferiore a due anni, di cui almeno uno in botte di legno.

In entrambe le tipologie il livello di acidità è modesto, mentre il colore rosso rubino delle versioni più giovani diventa quasi granato con la maturazione, soprattutto nella Riserva.

Al naso una DOCG base si presenta con sentori ricchi di note ai frutti di bosco, che nella tipologia Riserva diventano di frutta più matura, legno e spezie.

Al palato la versione base del Morellino di Scansano ha invece un gusto asciutto, caldo e leggermente tannico, con una maggiore persistenza se è una Riserva.

Con cosa abbinare il Morellino di Scansano?

Molto versatile negli abbinamenti, si sposa perfettamente ai piatti tipici toscani come la ribollita, ed è perfetto con una fiorentina alla griglia

La storia del Morellino, dalla DOC alla DOCG

Oggi la produzione di questo vino rosso aromatico e un po' speziato è consentita nel territorio di Scansano e in parte della provincia di Grosseto, nella fascia collinare tra i fiumi Ombrone e Albegna, che comprende il comune di Scansano e i territori di Manciano, Magliano in Toscana, Grosseto, Campagnatico, Semproniano e Roccalbegna.

Già DOC dal 1978, è diventato DOCG dalla vendemmia 2007 grazie al Consorzio Morellino di Scansano, nato nel 1992 da un piccolo gruppo di produttori che nel corso degli anni si è andato ampliando fino a raggiungere un numero di più di 200 soci, di cui almeno 90 con almeno una propria etichetta di Morellino di Scansano sul mercato, tutti impegnati in azioni di promozione e tutela de prodotto.

E proprio grazie a questa forte rappresentatività territoriale e produttiva, dal settembre 2004 il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha affidato al Consorzio l’incarico specifico di effettuare controlli rigidi su tutti i produttori di uva e vino Morellino nelle varie fasi di produzione, con lo scopo di garantire al consumatore la qualità e l’unicità del Morellino di Scansano.

Fino a quando nel 2007, consapevole della rinomanza e del prestigio raggiunti dal Morellino di Scansano, non richiede e ottiene il riconoscimento massimo per un vino in Italia: la Denominazione di origine Controllata e Garantita, che porta il Morellino nell’olimpo dei vini italiani.

Dal marzo 2012 il Consorzio ha il compito così di promuovere e valorizzare la Denominazione partecipando alle più rinomate fiere nazionali ed internazionali ed eventi che hanno lo scopo di diffondere e far conoscere meglio la qualità e la provenienza del Morellino di Scansano.

Così come previsto dal disciplinare del 1978 la vinificazione di un DOCG deve avvenire obbligatoriamente nella stessa zona in cui vengono prodotte le uve, come anche l’imbottigliamento ad eccezione delle aziende che hanno storicamente imbottigliato il Morellino di Scansano fuori dalla zona designata prima dell’attribuzione della DOCG.

I migliori produttori di Morellino su Tannico

 Tra i produttori che ne hanno fatto la storia merita sicuramente una menzione la cantina Vignaioli Morellino di Scansano: concentrarsi sulla qualità invece che sulla quantità è stata la loro scelta vincente sin dagli albori nel 1972. Nella nostra selezione trovi i continuatori di questa tradizione, come Terenzi, Fattoria dei Barbi, Rocca delle Macìe, Poliziano e tante altre.

Il prezzo del Morellino di Scansano

Ovviamente i prezzi possono variare in base all'annata e al produttore. Ma queste linee guida ti aiuteranno a trovare sempre un buon Morellino per ogni budget!

Morellino di Scansano DOC: 8-12 euro. Ottimo rapporto qualità-prezzo, perfetto per l'aperitivo o la cena.

Morellino di Scansano Riserva: 12-15 euro. Più strutturato, da abbinare a secondi piatti di carne e formaggi.

Morellino di Scansano DOCG: 15-20 euro. Dai cru più votati per la coltura del Sangiovese in Maremma, con più complessità per cene un pizzico più raffinate.

Morellino di Scansano Riserva di annate particolarmente premiate: 30-50 euro.

|