Se anche tu leggi i principali magazine internazionali del vino per scoprire chi sale e chi scende nelle classifiche delle migliori etichette al mondo, sei decisamente nel posto giusto. Abbiamo selezionato i vini italiani e stranieri a partire dai 90 punti, degustati alla cieca dagli esperti di Wine Spectator e Wine Enthusiast, due tra i più influenti magazine americani. Dallo Champagne al Brunello, passando per i vini della Sicilia e dell’Alsazia, puoi trovare etichette meravigliose come il Fiano di Avellino Alimata di Villa Raiano, 94 punti per Wine Enthusiast, che rimane sulle fecce per almeno dieci mesi, dagli aromi intensi di erbe aromatiche e frutta gialla, sorso ricco e lungo. Se i vini altoatesini sono la tua passione, ti suggeriamo di stappare lo Stoan di Tramin, un blend di Chardonnay, Sauvignon, Pinot Bianco e Gewürztraminer, premiato da Wine Spectator con 90 centesimi, ottimo con gli spaghetti alla bottarga di muggine. Ecco cosa dice l’autorevole magazine su questo vino: “Questo bianco di medio corpo è segnato da vibranti sapori di melone e pera, mostrando una linea salina che permane sino alla fine.” Due magazine newyorkesi con storie simili, Wine Spectator e Wine Enthusiast, che raccontano il meglio della produzione mondiale. Wine Spectator è una rivista che recensisce ogni anno oltre 15mila vini con degustazioni rigorosamente alla cieca, fondata da Bob Morrisey nel 1976. Ogni numero della rivista contiene mediamente da 400 a 1000 vini, descritti attraverso le note di degustazione e la storia della cantina. Wine Enthusiast ha una storia un po’ più recente rispetto a Wine Spectator. Fondato nel 1988 a New York, questo magazine, assieme a Winemag.com, la versione online, ha un database con migliaia di vini, interviste e news su birre, liquori e altri temi.

Altre promo