Untitled-1

Un viaggio, quello odierno, che vi porta alla scoperta delle migliori bollicine italiane, nate da territori capaci di raccontare il complesso mosaico enologico del nostro Paese. Valdobbiadene, Trento e Franciacorta sono le tre zone che hanno fatto da apripista, negli ultimi decenni, alla produzione di spumanti di qualità, sia da Metodo Classico che Charmat. Il territorio di Valdobbiadene è diventato sinonimo di Prosecco, uno spumante ideale come aperitivo, che da anni ha incontrato il gusto del pubblico internazionale. Dai sentori di pera e agrumi, il Prosecco è nato sulle colline di Conegliano Valdobbiadene, un luogo ricco di storia e arte, che vi consigliamo di visitare, partendo proprio dalla Scuola Enologica, da cui ha inizio la Strada del Prosecco. Gli spumanti Trentodoc nascono in un territorio compreso tra il lago di Garda e l’Alto Adige, dove si producono bollicine da Metodo Classico, (rifermentazione in bottiglia). Si tratta di spumanti di montagna, dagli eleganti aromi fruttati e tostati, abbinabili con la pasta, il pesce e i formaggi. Per capire questo territorio fino in fondo, visitate la Strada del Vino e dei sapori del Trentino, facendo tappa presso le Cantine Ferrari, dove scoprire la storia del pioniere indiscusso della viticoltura di qualità di questa zona, Giulio Ferrari. La Franciacorta si trova in provincia Brescia, in un territorio che si estende fino al lago d’Iseo. Complessi ed eleganti, gli spumanti Franciacorta hanno spesso aromi di crosta di pane, ottima bevilità e buona persistenza. Sono spumanti che potete abbinare a tutto pasto, ottimi dall’antipasto - nella versione Satèn - alle carni bianche - nella versione Rosé. Per chi volesse scoprire qualche curiosità su questa denominazione, è possibile seguire l’itinerario tracciato dalla Strada del Franciacorta, ideale punto di riferimento per l’enoturismo locale.

Altre promo