Untitled-1

L'azienda Foradori è stata fondata nel 1939 a Mezzolombardo, in provincia di Trento. Elisabetta Foradori, ha preso le redini dell'azienda nel 1984. Spinta da una forte passione e amore per la propria terra, Elisabetta si è imposta sin dagli esordi in cantina il recupero di un vitigno autoctono della zona, il teroldego, cercando dei modi per valorizzare quest'uva e renderla in grado di esprimere il territorio e il suo carattere più genuino. Questa missione è andata di pari passo con la ricerca di una viticoltura naturale e ha portato, attraverso la selezione massale, al riconoscimento di 15 diversi biotipo di quest'uva regina del Campo Rotaliano. Il risultato di Elisabetta è stato quello di ottenere un'uva dalle caratteristiche minerali, floreali e speziate, grande lettore di territorio. Dal 2002 l'agricoltura è stata convertita totalmente alla biodinamica. Gli ettari vitati sono circa 26, che si sviluppano tra il Campo Rotaliano e le colline di Cognola e sono coltivati, oltre al teroldego, con incrocio manzoni e nosiola, anch'essi vitigni autoctoni del Trentino. L'azienda Foradori fa parte de "I Dolomitici", un gruppo di viticoltori della zona uniti dallo spirito pionieristico della biodinamica.