Untitled-1

E’ il simbolo della rinascita qualitativa del sud vinicolo, ma non solo. Feudi di San Gregorio è andata oltre, creando un gruppo di cantine che dall’Irpinia ha valorizzato il patrimonio dei principali distretti enoici del nostro Paese. Dai Colli Orientali del Friuli all’Etna, passando per Bolgheri, Castel del Monte, Manduria, Volture e naturalmente l’Irpinia, questo gruppo ha creduto in ciascuna zona, mettendo al centro la produzione di vini autentici e contemporanei. In Basilicata, dalla cantina Basilisco, nasce l’Aglianico del Vulture, un rosso che si conferma ogni anno tra i più apprezzati del nostro catalogo. La versione del Salento Negroamaro IGT, prodotto dalla Tenuta di Manduria, è tra le novità dell’ultimo periodo, ideale con la cacciagione, come la lepre in salmì. Naso di more, amarene e spezie, questo rosso dal tannino croccante ha ottenuto 91/99 da Luca Maroni, analista sensoriale noto anche per le sue frequenti apparizioni televisive. In Toscana sorge Campo alle Comete dove si producono eleganti Bolgheri che sfidano il tempo. Nella terra dei bianchi, il Friuli, sorge una delle ultime cantine del gruppo che produce nella denominazione Colli Orientali. Alle pendici dell’Etna, infine, è nata una partnership con Federico Graziani, piccolo viticoltore della zona di Castiglione, che in appena 2 ettari produce vini vulcanici di raro pregio. I bianchi, rossi e le bollicine di Feudi non finiscono qui, continua a scoprirli con noi.

Altre promo