Untitled-1

Chandon Garden Spritz

Chandon Garden Spritz

Chandon Garden Spritz porta la natura nel mondo dell’aperitivo.

Nasce da una miscela creata con Chandon Brut, vino spumante prodotto con Metodo Charmat, proveniente dai vigneti di Mendoza, e liquore di arance Valencia nate e cresciute senza pesticidi.

E poi c’è la miscela segreta di erbe e spezie che porta l’aperitivo a un livello superiore. Nessun aroma artificiale, nessun colorante e 50% di zuccheri in meno rispetto a un classico aperitivo.

Le arance argentine sono considerate tra le migliori al mondo, ed è da qui che si parte per la ricetta di Chandon Garden Spritz. Le arance sono acquistate da una fattoria a conduzione familiare con certificazione di sostenibilità.

Pelate a mano, le scorze vengono disidratate e infuse nel liquore. Utilizzate fresche e cotte per dare sapori più caramellati. E il resto? Il 100% del succo estratto dalle arance viene distribuito alle scuole locali di Mendoza. Ci sono voluti 64 tentativi e 4 anni di esperimenti per trovare il giusto equilibrio tra bollicine e liquore, tra amaro e dolce. Nasce così l’aperitivo ready-to-serve.

Chandon
Chandon Garden Spritz

Chandon Garden

Chandon Garden Spritz è un cocktail pronto da bere, dagli intensi sentori fruttati e agrumati, a cui seguono più delicati ma molto persistenti aromi di spezie dolci ed erbe aromatiche. Le note di arancia amara sono le protagoniste.

Chiude leggermente amaricante, e ti invoglia a tornare e ritornare.

18,00 €

Tipologia

Cocktail

Momento per degustarlo

Aperitivo e cocktail party

Alcol

11.5%

Formato

0.75l

Chandon Garden

Perfect serve

Chandon Garden Spritz è un ready-to-serve, ma se vuoi goderti al massimo l’aperitivo, ecco cosa ti occorre:

• 3/4 cubi di ghiaccio
• 1 fetta di arancia essiccata
• Rosmarino

PerfectServe

Chandon's garden

Chandon Garden Spritz è un aperitivo pensato per essere autentico e sofisticato allo stesso tempo, perfetto per le serate estive in compagnia di buoni amici.

È il cocktail ready-to-serve ideale per la dolcevita più raffinata.

PerfectRecipe

L’aperitivo con Chandon Garden Spritz

LA MAISON


Circa sessant’anni fa, Robert-Jean de Vogüé - che allora era Presidente di Moët & Chandon - con il supporto del suo team ripensò lo spumante di lusso; comprese, infatti, che per dare allo spumante un’impronta moderna era necessario esportare, oltre alle bottiglie, anche il centenario savoir-faire francese.

Attualmente, Chandon può vantare aziende vitivinicole in ben quattro continenti anche se, all’epoca, tutto iniziò dall’Argentina; oggi, quindi, quando si sente dire che il sole non tramonta mai su Chandon si può facilmente comprenderne il motivo.

In Argentina, la Tenuta Chandon nacque nel 1959, a Agrelonear Lujánde Cuyo, nelle pre-Ande, ad un’altitudine di oltre 1000 metri; la posizione unica e il clima estremo, oltre alle variazioni di temperatura stagionali e giornaliere, fecero, infatti, innamorare Robert-Jean de Vogüé e Renaud, Poirier, il primo Chef de cave di Chandon, di quel luogo.

Nel 1973 gli hanno poi fatto seguito la California e il Brasile, mentre l’Australia è arrivata nel 1986. D’altronde, in Chandon si è sempre osato; John Wright, che negli anni ’80 dirigeva Chandon in California, dopo aver visitato Victoria, rimase positivamente colpito dallo spirito degli australiani e, con l’approvazione di Phillipe Coulon, diede immediatamente corso a quella che ritenne, fin da subito, una magnifica opportunità.

Si imbatterono in Green Point, una Tenuta in rovina presso Coldstream, a un’ora di auto a nord-est di Melbourne, nel cuore della Yarra Valley, e folgorati dalla vista mozzafiato decisero che quel luogo avrebbe ospitato una nuova Tenuta Chandon.

Le ultime due Tenute, quella cinese e quella indiana, hanno visto - rispettivamente - la luce nel 2013 e nel 2014; quella cinese si trova nella regione autonoma di Ningxia Hui, sulle colline orientali dei Monti Helan, mentre quella indiana sorge sulla catena montuosa dei Ghati occidentali.

Scopri tutti i prodotti Chandon