E’ uno dei viticoltori che ha riscosso più successo per qualità e filosofia produttiva, una cantina da poche migliaia di bottiglie annue, che rappresenta la forza e la caparbietà dei piccoli produttori. Alberto Ravazzi è un appassionato viticoltore, che produce vini di confine, tra i primi dieci marchi più venduti negli ultimi due anni: toscani per l’impronta, umbri per il terreno. E’ lo stesso Alberto ad ammettere questa anomalia, quasi uno scherzo della natura, che rende unici i suoi vini, nati sulle colline di San Casciano dei Bagni, in provincia di Siena, che per composizione hanno le caratteristiche dei terreni umbri. Ne escono prodotti che accendono il sangue, come il Chianti Riserva DOCG “Collezione Privata Alberto Ravazzi Borioso”, più opulento rispetto ad altri vini della zona, o il Toscana Rosato IGT “Rosé” dagli aromi di frutti di bosco, segnato da una personalità decisa, che consente di essere abbinato a ricchi antipasti di salumi. Più delicato e beverino, il Toscana Bianco IGT “Poggio d'Oro” è invece ideale per l’estate, col suo corpo scorrevole e il naso che si svela subito con leggeri aromi floreali: ottimo per una serata di chiacchiere con gli amici. Ma non finisce qui. La passione si unisce infatti alla ricerca e al coraggio, nella cantina Ravazzi, dove la riorganizzazione dei vigneti, con uve diverse da quelle toscane, come il merlot e il sagrantino, ha dato ottime opportunità di sperimentazione a questa bella realtà produttiva. Attendiamo le novità di questa interessante cantina, nel frattempo continuiamo ad assaggiare i suoi intriganti vini di confine.

Altre promo