Vini Emiliani e Romagnoli


L’Emilia Romagna è una regione del centro Italia che ricopre un ruolo abbastanza rilevante nella produzione di alcuni vini rossi. Il tessuto viticolo si estende per oltre 56 mila ettari.
La viticoltura in Emilia Romagna ha origini molto antiche, benché le prime notizie certe risalgano al 1700 a.C.. Con l’arrivo degli Etruschi, e degli Greci nella parte romagnola, la coltivazione della vite ebbe un forte impulso dal punto di vista qualitativo, nelle tecniche di produzione e nella comparsa di nuovi vitigni, fino all’arrivo della fillossera, che causò la distruzione di quasi tutti i vigneti della zona.

I vigneti dell’Emilia Romagna sono prevalentemente dedicati alle uve a bacca nera.
I vitigni più coltivati dell’Emilia sono barbera e croatina. Molto importanti, nella zona di Parma, sono la malvasia di Candia aromatica e il sauvignon blanc. Mentre nelle zone di Reggio Emilia e Modena, troviamo il lambrusco, da cui si ottiene un vino frizzante a rifermentazione naturale. La provincia di Bologna è invece famosa per l’uva pignoletto. Sono anche presenti il cabernet sauvignon e lo chardonnay.
Quelli più coltivati in Romagna, sono il sangiovese e l’albana. Seguono poi il trebbiano romagnolo, il biancame, il bombino bianco e il montepulciano.

La regione vanta 2 Denominazioni di Origine Controllata e Garantita (DOCG) e ben 18 Denominazioni di Origine Controllata (DOC).
Nella parte dell’Emilia, la provincia di Piacenza è nota per essere la zona del Gutturnio DOC. La provincia di Parma è invece la zona della DOC Lambrusco Salamino, in comune con la provincia d Reggio Emilia. Nella provincia di Modena, si producono le DOC Lambrusco di Sorbara, con una piccola produzione a causa dell’aborto floreale tipico del vitigno, e Lambrusco Gasparossa. In provincia di Bologna, sorgono le DOC Reno Montuni e Colli Bolognesi e la DOCG Colli Bolognesi Classico Pignoletto. Infine nella provincia di Ferrara, troviamo la DOC Bosco Eliceo.
Nella parte della Romagna, in provincia di Ravenna, troviamo la DOCG Albana di Romagna, mentre i dintorni di Faenza, Forlì, Rimini, e Cesena sono famose per la DOC Sangiovese di Romagna, che assume caratteri diversi a seconda delle zone.

Tra le cantine famose e premiate della regione ci sono: Chiarli 1860, Gianfranco Paltrinieri, Cantina della Volta, Castello di Luzzano, Giovanna Madonia, La Stoppa, La Tosa, Carpi e Sorbara, Terre della Pieve, Cavicchioli, La Collina, Vigne dei Boschi, Ermete Medici, Villa Papiano, Fattoria Nicolucci, Braschi, Fattoria Zerbina, Torre San Martino.