Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Domaine Michel Mallard


Il Domaine Michel Mallard è situato nel piccolo comune di Ladoix-Serrigny: si tratta di un villaggio in una posizione geografica particolare, che segna idealmente il punto di congiunzione fra due zone della Borgogna, la Côte de Beaune e la Côte de Nuits, entrambe molto importanti per la produzione di vini, sia bianchi che rossi.

I Mallard rappresentano una di quelle tipiche espressioni di che cosa voglia dire fare vino in Borgogna: si tratta infatti di una famiglia che da sempre è legata alla viticoltura, tant’è che oggi a capo dell’azienda troviamo la quinta generazione, incarnata da Maryse e Patrick, che quotidianamente si dedicano con passione e amore alla coltivazione di queste terre.

La tenuta si estende su una superficie di circa 11 ettari vitati, tutti ricompresi all’interno di alcune fra le più importanti AOC della regione, come Aloxe-Corton, Corton-Charlemagne e Chorey-Lès-Beaune. Ovviamente, come ci si può aspettare, le uve coltivate sono chardonnay e pinot noir, che vengono monitorate con estrema attenzione, cercando di assecondare il più possibile le caratteristiche di ogni singolo terroir, rendendolo protagonista ed esaltandolo attraverso le caratteristiche di ogni singola annata.

In cantina si producono circa 16 etichette, a prevalenza di rossi, per una piccola produzione totale che ammonta a circa 50.000 bottiglie. L’azienda ricerca un ideale di eleganza e perfezione giocato sull’armoniosa convivenza fra uomo, natura e terroir, che insieme, se gestiti nel modo corretto, sono in grado di creare vini identitari e immediatamente riconoscibili, in grado di rappresentare fedelmente il terroir d’origine e l’andamento dell’annata.
Una sfida dannatamente ardua, che richiede impegno, costanza e passione, e che non consente mai un minuto di tregua, ma che anzi rappresenta la benzina che alimenta lo spirito di tutto il team del Domaine Michel Mallard nel produrre etichette che, anno dopo anno, vedano nell’equilibrio il proprio punto di forza.