Untitled-1

Domaine Jean Vaudoisey


Jean Vaudoisey è il nonno di Romain Poirrotte; quest'ultimo rappresenta, in famiglia, la sesta generazione di viticoltori e, dal 2015, guida il Domaine.
I 7 ettari di Romain includono Volnay, Volnay 1er Cru, Pommard e anche Meursault e Romaine, che è aiutato nella gestione dal fratello Baptiste, pur impiegando, sia in vigna che in cantina, la stessa cura del nonno, sta imprimendo ai vini uno stile nuovo.
Il Domaine Jean Vaudoisey non è ancora biologico al 100%, ma la completa conversione è molto vicina; l'idea di Romain e Baptiste è, infatti, quella di lavorare meticolosamente in vigna, rispettando suoli, varietà e ritmi della Natura, e in modo riguardoso, per le singole peculiarità di ogni vitigno, in cantina.
I loro vini sono intensi e consistenti, fedeli al territorio natio e si distinguono per purezza ed eleganza; il loro Volnay, in particolare, prodotto a partire da uve pinot nero in purezza e segnato da sentori di frutti di bosco, note di peonia e toni di pepe rosa e spezie orientali, nasce da tre diverse parcelle.
Sostanzioso sia nel profilo aromatico che in quello gustativo, è un vino profondo e vellutato al palato, che non manca, però, di energia e stratificazione. In definitiva, Romaine sta, certamente, impiegando, nel migliore dei modi, quando appreso dal nonno e sta imparando, anno dopo anno, a produrre vini ove sia riconoscibile la sua impronta; non è, indubbiamente, un lavoro facile affrancarsi dal lavoro di un nonno tanto rinomato e apprezzato, ma Romaine sta dimostrando di aver intrapreso la strada giusta.