Untitled-1

Domaine Guy & Ivan Dufouleur


La Borgogna, con i suoi paesaggi incredibili, è un vero e proprio “eldorado” per coloro che amano i vini di livello. In questa regione centro-orientale della Francia, infatti, si coltiva sin dai tempi degli antichi romani la vite, che riesce a esprimersi a livelli eccelsi soprattutto con due vitigni in particolare, lo chardonnay e il pinot noir. Il territorio della Borgogna si caratterizza per la presenza di realtà produttive di dimensioni contenute, le cui proprietà spesso constano di minuscole superfici di terreno disposte anche a diversi chilometri l’una dall’altra, in grado di enfatizzare al massimo l’idea di terroir. Tra queste troviamo il Domaine Guy & Ivan Dufouleur, cognome importante, che può vantare una storia antica all’interno del terroir della Borgogna. Ci troviamo nel comune di Nuits Saint Georges, nei pressi del quale i Dufouleur si dedicano alla coltivazione della vite addirittura dalla fine del sedicesimo secolo. Oggi, come esponenti della tredicesima e quattordicesima generazione famigliare a capo della cantina, troviamo Guy e Ivan, padre e figlio, che monitorano con cura e attenzione i 12 ettari di terreno di loro proprietà. Le vigne - ovviamente incentrate sulle due varietà di riferimento della Borgogna, pinot noir e chardonnay, con qualche sporadica parcella dedicata ad altre varietà, come aligotè e pinot blanc - si ramificano in ben 11 denominazioni diverse, e sono coltivate secondo pratiche di agricoltura organica a partire dall’anno 2000. In cantina è Ivan a dirigere ogni operazione, combinando tecniche ancestrali insegnatigli da suo padre con tecnologie di viticoltura più moderne. Il Domaine Guy & Ivan Dufouleur dà oggi vita a circa 160.000 bottiglie, ripartite in 6 etichette diverse tra vini bianchi e rossi. Tra le diverse bottiglie, meritano un cenno in particolare il “Les Dames Huguette” e il “Clos de Perrières”, esponenti della gamma che stupiscono per l’equilibrio raggiunto in fase di degustazione.