Untitled-1

Domaine Dujac


Fondato nel 1967 da Jacques Seysses, il Domaine è oggi condotto dai figli Jeremy, enologo, ed Alec.
Inizialmente gli ettari acquistati erano soltanto poco più di 4 ed erano tutti racchiusi nel Village di Morey-St-Denis; nel 1969 ne furono, poi, acquisiti altri nel Grand Cru Echezeaux, nel Grand Cru Bonnes Mares e nel Clos de la Roche.
L'ultima acquisizione importante fu quella del 2005, quando furono annesse anche parcelle importanti dei Grand Cru Chambertin, Romanee-St-Vivant e del Premier Cru Malconsorts, a Vosne-Romanée. Oggi la proprietà consta, in definitiva, di circa 17 ettari e la produzione media si attesta sulle 80 mila bottiglie.
Dal 1986, inoltre, nei vigneti non vengono utilizzati erbicidi e trattamenti chimici; il sistema di allevamento in uso è il guyot tradizionale sulle vecchie viti ed il cordon royal sui nuovi impianti. In cantina, poi, le operazioni di vinificazione prevedono il minimo intervento umano: i grappoli sono vinificati con i raspi e la fermentazione alcolica è attivata da soli lieviti indigeni, mentre l'affinamento ha luogo in botti nuove per i Grand Cru e in parte usate per i Premier Cru e per i Village.
Sebbene coltivino anche chardonnay, i Seysses sono fedeli ad un Pinot Nero decisamente marcato, prodotto vinificando gli acini interi: il vino ottenuto non ha un colore profondo, ma dopo un lungo invecchiamento, anche di oltre trent'anni, gli aromi terziari che si sviluppano rendono, sicuramente, giustizia a questo tipo di vinificazione. Lo stile Dujac si esprime in una costante ricerca di eleganza e finezza; i vini presentano sempre tannini vellutati e ben integrati e risultano costantemente equilibrati, armonici,complessi e di lunga persistenza.
I fratelli Alec e Jeremy, continuando nell'opera del padre, sono oggi considerati, non a caso quindi, tra i migliori interpreti del pinot nero della Côte de Nuits e il Domaine Dujac si può a pieno titolo annoverare tra i più importanti produttori della Borgogna.