Untitled-1

Domaine Antoine Lienhardt


Il Domaine Lienhardt è un'impresa familiare situata a Comblanchien, tra Dijon e Beaune, sulla Côte de Nuits, in Borgogna. Antoine Lienhardt rappresenta la quarta generazione di vigneron della famiglia mentre, il fondatore, Gustave Guyot, acquistò quelle che poi divennero le terre di proprietà nella seconda parte del XIX secolo. Successivamente furono i suoi figli, Anselme e George ad occuparsi del Domaine e, in seguito, Maurice Guyot, figlio unico di Anselme, prese le redini della tenuta. Maurice fu, anche, uno dei primi viticoltori a promuovere il proprio vino vendendone, personalmente, le bottiglie; tutto ciò ha contribuito a renderlo molto celebre e anche dopo il 1992, quando ha deciso di ritirarsi e, in seguito, di lasciare spazio al nipote Antoine, la sua fama non è, certo, venuta meno. Amante della natura, cresciuto a "pane e vino", la vocazione di Antoine per la professione di viticoltore si è affermata rapidamente. Nel corso della sua carriera professionale, Antoine ha, poi, mostrato particolare attenzione per gli imperativi ambientali, favorendo, da sempre, la sostenibilità. La sua recente conversione all'agricoltura biologica, unita a una pratica biodinamica, conferma, inoltre, l'intento di preservare l'equilibrio chimico-fisico dei suoli e di salvaguardare le risorse idriche. Nel catalogo prodotti del Domaine troviamo, per esempio, Chardonnay, Pinot Nero e Gamay in purezza; tra questi meritano una menzione il Coteaux Bourguignons Gamay du Pierrot "Gamayoptère" e il Côte de Nuits Villages "Emphase". Il primo, espressione di frutti rossi, viola ed erbe fresche, conquista, fin da primo assaggio, per fragranza e freschezza; ridente, voluttuoso e godibilissimo, regala un sorso stimolante e vivace. "Emphase", invece, fa parte della gamma dei prodotti di Antoine Lienhardt dal 2016; ottenuto dall'assemblaggio di uve provenienti da appezzamenti diversi della denominazione Côte de Nuits Villages, matura per 14 mesi in legno e si esprime con sentori di frutti rossi, note speziate e cenni legnosi, regalando un assaggio autentico e di pieno appagamento.