Untitled-1

Vini Abruzzesi


L’Abruzzo è una regione del centro Italia con una certa rilevanza nella produzione di vini rossi e che ha conosciuto negli ultimi anni una sostanziale crescita qualitativa dei vini. I vigneti del territorio abruzzese ricoprono poco più di 37 mila ettari.
La viticoltura in Abruzzo ha origini molto antiche, ma le prime testimonianze risalgono agli Etruschi, nel VII secolo a.C., i quali diffusero la coltivazione della vite. Con l’epoca romana, la viticoltura continuò a svilupparsi, fino alle invasioni barbariche, che portarono una grande distruzione del panorama viticolo. Alla fine di questo periodo, la viticoltura tornò a fiorire, fino all’avvento della fillossera all’inizio del ‘900, che causò delle perdite immani di molti vigneti.
Il protagonista indiscusso della viticoltura dell’Abruzzo è il montepulciano: qui esso trova le condizioni ideali per potersi esprimere ai più alti livelli ed è difatti il vitigno principale di tutte le denominazioni della regione che prevedono vini rossi e rosati. I vitigni a bacca bianca più coltivati sono trebbiano abruzzese, pecorino, bombino bianco, trebbiano toscano, manzoni bianco, malvasia di Candia, passerina e pignoletto. Nella regione sono diffusi anche molti vitigni autoctoni, quali chardonnay, pinot bianco e pinot grigio, merlot, cabernet franc e cabernet sauvignon, pinot nero.

A fronte di una Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG), l’Abruzzo vanta 8 Denominazioni di Origine Controllata (DOC).
La provincia di Teramo include l’unica DOCG, Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane, vino rosso da prevalenza di uve montepulciano. Qui troviamo anche Controguerra, piccola DOC che può essere prodotta sia in versione vino bianco e vino rosso, sia in versione vino spumante e vino rosé.
In provincia di Chieti si estende la DOC Villamagna, vino rosso prodotto per il 95% da uve montepulciano. Nella stessa provincia, sorgono le DOC Ortona, prodotta nella versione in bianco da uve trebbiano e nella versione in rosso da montepulciano, e Terre Tollesi o Tullum, nelle versioni rosso, bianco o spumante.
In quasi tutto il territorio, invece, sono prodotte le DOC Montepulciano d’Abruzzo, Trebbiano d’Abruzzo, vino bianco da uve trebbiano o bombino bianco che alcuni produttori hanno saputo interpretare in maniera magistrale, Cerasuolo d’Abruzzo, vino rosato da montepulciano, e infine Abruzzo, denominazione prodotta in tutte le tipologie.

Tra le cantine famose e premiate dell’Abruzzo ci sono: Tenuta I Fauri, Tenuta Ulisse, Castorani, Torre dei Beati, Dino Illuminati, Luigi Cataldi Madonna, Masciarelli, Emidio Pepe, Nicoletta De Fermo, Villa Medoro, Ciccio Zaccagnini, La Valentina, Cirelli, Talamonti, Col del Mondo, Tiberio, Valentini, Cantina Tollo, Valle Reale.