Untitled-1

Bottignolo


La storia della cantina Bottignolo, che si trova in provincia di Treviso nel cuore della terra del Prosecco, affonda le sue radici addirittura nel XVII secolo, quando il Prosecco dei “Bethignoli” era addirittura servito alla tavola dei Papi, i quali nominarono la stessa azienda fornitrice ufficiale della Casa Pontificia.
Una storia ricca di passione e di stile è quella dei Bottignolo: passione per il vino, per le vigne e per la terra, e stile nel creare bollicine di prestigio assoluto. Dal 1600 a oggi, sono passati ben oltre quattro secoli, e al momento, l’impresa vitivinicola di Cristian Bottignolo e di Giovanni Faotto è gestita e diretta da Francesca Faotto: nel segno della più antica tradizione, dell’eccellenza e dell’autenticità, continua la storia di un nome prestigioso.
I vigneti che danno origine al Prosecco sono impiantati sulle colline tra Cal Piandre e Funer, mentre i filari da cui si ricava il Prosecco Superiore si trovano nell’areale a est di Valdobbiadene, a Zente di Santo Stefano, dove terreni argillosi e ricchi di limo arrivano a regalare prodotti unici al mondo. In un microclima come altri non se ne incontrano, e sfruttando un terroir particolarmente ideale per la denominazione, nascono etichette semplicemente eccellenti. In vigna, le piante sono allevate nel massimo rispetto di ambiente, natura ed ecosistema, per cui si arrivano a vendemmiare uve schiette, concentrate e ricche in ogni loro sfumatura organolettica. Successivamente, selezionando i migliori grappoli, in cantina la produzione segue le regole artigianali di un tempo, avvalendosi però contemporaneamente delle migliori strumentazioni enologiche all’avanguardia.
Brut, Dry ed Extra Dry, Superiore, Superiore di Cartizze e Valdobbiadene, “Agathe 344”, “N° 1”, “N° 2” e “Funé”: ogni etichetta Bottignolo è figlia di passione e amore incondizionato per la terra e per il vino, e rappresenta il risultato di una vocazione per le cose belle senza tempo.