Untitled-1

Domaine Zinck


È in Alsazia, poco a sud di Strasburgo e in generale lungo il confine con la Germania, che nascono alcuni dei più grandi vini bianchi non solo di Francia, ma di tutto il mondo. Un luogo unico, che grazie alla ricchezza dei propri suoli è in grado di valorizzare al meglio vitigni quali il riesling, il pinot gris, il pinot blanc, il sylvaner e il gewürztraminer, solo per citare alcuni dei più noti. Vini bianchi dall’innata eleganza e purezza, di grande classe e soprattutto di grande longevità.
È in questo territorio meraviglioso, a pochi chilometri a sud di Colmar ed esattamente a Eguisheim, nel cuore della denominazione, che nasce il Domaine creato da Paul Zinck nel 1964, partendo da soli due ettari di vigneto. Una realtà che con il passare degli anni ha saputo imporsi all’attenzione degli appassionati grazie a una tensione non comune per la qualità più totale dei propri vini, e per merito del grande rispetto per le tradizioni e per il terroir. Siamo in una zona in cui i monti Vosgi fungono da riparo per le vigne, creando un clima semi-continentale, abbastanza soleggiato, asciutto e temperato.
Dal 1964 a oggi, i vigneti si sono ampliati e al momento raggiungono un’estensione complessiva di circa venti ettari. In parte classificati “Grand Cru” nonché straordinari per effettuare vendemmie tardive e botritizzate, i filari aziendali crescono su suoli argillosi e vulcanici, dove le viti sono allevate nel pieno rispetto di ambiente ed ecosistema.
Gestita attualmente da Philippe Zinck, a cui il padre Paul ha lasciato le redini aziendali nel 1997, la cantina, tra le altre cose, continua a garantire livelli qualitativi altissimi, rimasti del tutto invariati rispetto alle origini. In fase di vinificazione, invecchiamento e affinamento, le più antiche tradizioni si sposano con le moderne tecniche enologiche, dando origine a etichette autentiche, tipiche e territoriali.
Vini, quelli che escono dal Domaine Zinck, che spiccano per mineralità e finezza, precisione e grazia, a partire dall’inaspettato Sylvaner fino ai Cremant, gli spumanti più buoni che sia possibile trovare fuori dalla regione dello Champagne.