Untitled-1

Col Tamarie


L'azienda agricola Col Tamarie sorge sulle colline alle spalle di Vittorio Veneto, a 450 metri sul livello del mare; ci troviamo in un paesino abitato prevalentemente da contadini, completamente isolati dalla città - nonostante questa si trovi a soli 15 minuti d'auto -, un luogo meraviglioso, che invita l'uomo alla riflessione e alla meditazione. Alberto dalle Crode ha fondato l'azienda nei primi anni 2000, reimpiantando 4,5 ettari vitati e dando voce a tutte quelle varietà storicamente presenti in zona: glera, boschera, verdisio, perera, bianchetta, grappariol, malvasia istriana e pinot grigio. Inoltre, Alberto ha sempre cercato un approccio alla viticoltura che fosse sostenibile a livello ambientale e, dopo la prima produzione del 2013, ha accolto in azienda anche Marta de Luca, omeopata; i due, da allora, applicano in vigna una viticoltura omeopatica e adottano pratiche atte ad incrementare la forza vitale delle viti. In cantina, poi, il mentore è stato, per entrambi, Gaspare Buscemi; quest'ultimo, infatti, li ha indirizzati verso una vinificazione basata su pochi ma precisi elementi: pulizia dei mosti a partire da uve fresche e sane e nessuna aggiunta di solforosa.
La loro produzione si concentra, al momento, su un Vino Bianco Frizzante prodotto con l'antico metodo della rifermentazione in bottiglia e a partire da uve autoctone della tradizione trevigiana. Lasciato riposare in bottiglia, per almeno 10 mesi, prima della commercializzazione, è un vino ricco di gusto, emblema, nella terra dell'industria del vino frizzante italiano, di una viticoltura eroica; espressione di gusto, tradizione, frutta e tensione, è un bianco frizzante che non teme nulla, neppure gli anni.