Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Brunelli


Vignaiolo, enologo e artigiano: è Luigi Brunelli colui che con le proprie mani e con l’aiuto della propria famiglia arriva oggi a regalarci, stagione dopo stagione, vini semplicemente straordinari. Etichette caratterizzate da una marcata impronta territoriale, ovvero bottiglie legate alle più antiche storie del luogo che le ha viste nascere.
Dal Valpolicella Classico al Valpolicella Classico Superiore, si passa al Custoza e all’“Overnight”, per arrivare al “Carianum” e al “Campo del Maestro”, senza ovviamente tralasciare l’Amarone della Valpolicella, il Recioto e il Ripasso: tutti vini da scoprire uno a uno senza dimenticarne nessuno. E allora facciamo un passo indietro, per risalire a quelle che sono le origini della cantina Brunelli. Lo scenario è quello di San Pietro in Cariano, per cui siamo in provincia di Verona, nella zona classica della Valpolicella, dove sono antiche tradizioni quelle che rimandano alla coltivazione della vite. Sin dal 1700 la famiglia Brunelli si occupa di vitivinicoltura, inizialmente producendo vino da destinare esclusivamente all’autoconsumo, e successivamente vendendo anche parte dello stesso vino nei mercati dei paesi limitrofi. Nel 1936, poi, dopo aver riscattato tutti i vigneti in cui gli stessi Brunelli per secoli avevano lavorato come mezzadri, nasce ufficialmente l’azienda vitivinicola: è questo l’inizio della storia moderna della cantina Brunelli.
Oggi, in una costante e ininterrotta continuità, è la quarta generazione familiare quella attiva in azienda, ma l’entusiasmo e i capisaldi su cui l’impresa si basa sono quelli delle origini: passione, tradizione, storia e territorio.
Le vigne della tenuta, che arrivano a coprire circa dieci ettari, sono situate nello splendido territorio compreso tra la Val d'Adige e i primi rilievi dei Monti Lessini, e soprattutto sono condotte rispettando al massimo l’ambiente, la natura, l’ecosistema e la biodiversità.
In cantina, ogni fase produttiva è impostata per far sì che a parlare sia la materia prima, per cui lo scopo è sempre quello di cercare di valorizzare tutto quanto la stagione e il territorio hanno saputo raccontare nel frutto.
Ecco quindi che il risultato di tutto questo è semplicemente eccezionale, rappresentato da vini che vi faranno innamorare sin dal primo sorso.