Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

La Tosa


Con un occhio alla tradizione contadina del passato, e in particolare alle sue pratiche di vinificazione, quella della famiglia Pizzamiglio si è imposta negli anni come una delle più solide realtà vitivinicole dell’Emilia-Romagna.
Siamo a Vigolzone, non lontano da Piacenza, dove nel 1980 nasce La Tosa, con l’acquisto da parte dei due fratelli di tredici ettari di terreno sulle colline della Val Nure, quasi interamente condotti, con il passare degli anni, a vigneto.
La caratteristica principale de La Tosa riguarda probabilmente la sola produzione, a dispetto della tradizione piacentina, quasi esclusivamente di vini rossi fermi in rispetto alla particolare natura dei terreni argillosi che caratterizzano tutta la proprietà. I tredici ettari vitati di proprietà, ai quali al momento se ne aggiungono altri sei in affitto, sono condotti secondo quelle che sono le regole dell’agricoltura biologica, per cui nel massimo rispetto dell’equilibrio ambientale e naturale, si arrivano a vendemmiare uve pregiate, schiette, ricche e concentrate in ogni sfumatura organolettica. In cantina, mentre fino a pochi anni fa la connotazione stilistica strizzava l’occhio verso vini fruttati, succosi e polposi, recentemente si è avuta un’inversione di rotta, secondo la quale le caratteristiche ricercate sono principalmente la bevibilità e la scorrevolezza. Nonostante il cambio di tendenza, tuttavia, la produzione non è stata mai prescindente dal massimo livello qualitativo possibile.
Dal Cabernet Sauvignon “Luna Selvatica” alla Malvasia “Sorriso di Cielo”, dal Sauvignon al Gutturnio “Terre della Tosa”, fino al Passito “L’Ora Felice”, sono tutti vini eleganti, veri e propri riferimenti per le rispettive tipologie. Non solo: Ferruccio e Stefano Pizzamiglio nel corso degli anni hanno raccolto una quantità tale di attrezzi per la potatura, di pigiatrici, di torchi, di pompe per i travasi e altri strumenti legati al mondo del vino, da arrivare a farne un museo, l’unico della provincia di Piacenza e tra i più interessanti della Penisola.