Untitled-1

Eliane Delalot


Il piccolo Domaine di Eliane Delalot si trova sui coteaux di Charly-sur-Marne e Saulchery, nella Vallée de la Marne.
Eliane è un'esile signora di altri tempi, rappresentante dell'ottava generazione di una famiglia di vignerons; il suo approccio alla vigna è, da sempre, naturale, senza il supporto alcuno di mezzi meccanici e di prodotti nocivi.
Nel 2010, inoltre, il Domaine ha concluso la conversione al biologico e, dopo aver lasciato il lavoro come insegnante di Storia dell'Arte, si è aggiunto alla guida dell'azienda anche il figlio di Eliane, Jérôme.
Convinti che un terreno ricco e fertile sia l'unica condizione per elaborare un vino eccezionale, Eliane e Jérôme lavorano il loro piccolo vigneto, di poco più di un ettaro, interamente a mano, preferendo, all'uso della meccanica, gli animali e scegliendo, per la cura delle vigne, preparazioni vegetali e oli essenziali.
A partire dal loro piccolo vigneto, piantato a pinot meunier, pinot nero e chardonnay, Eliane e Jérôme producono circa 8 mila bottiglie di eccellente Champagne, dando spazio, esclusivamente, a micro-cuvées numerate a mano.
Tra i prodotti del Domaine, meritano, sicuramente, una menzione lo Champagne ""Impressions"" e lo Champagne Rosé de Saignée ""Les Illuminations"". Il primo nasce da uve pinot meunier provenienti da una singola parcella di vecchie vigne, nella Vallée de la Marne; fine, freschissimo e di grande equilibrio, è uno Champagne di gran pregio, adatto anche ad accompagnare l'intero pasto. Il Rosé de Saignée, invece, è uno Champagne Rosé ottenuto per macerazione di uve pinot nero; questo metodo, noto anche con il nome di ""salasso"", richiede, rispetto alla tradizionale vinificazione, un'eccellente maturità delle uve. ""Les Illuminations"" di Eliane Delalot, in particolare, prende il nome dall'omonima opera di Arthur Rimbaud e regala un assaggio fine, vivido e accattivante.