Untitled-1

Domaine des Deux Cles


La zona del Languedoc francese si trova nella parte meridionale della nazione, affacciata sul Mediterraneo e rivolta verso oriente. Si tratta di una regione molto grande, da sempre fortemente produttiva – basti pensare che qui nasce un terzo di tutto il vino francese – e con radici ben radicate: testimonianze riportano infatti come i primi vigneti fossero piantati intorno al 125 a.C. da parte degli antichi romani dove oggi sorge la città di Narbonne. In questo contesto geografico troviamo, all’interno dell’appellation di Corbières – una delle più estese di tutta la regione –, nel villaggio di Fontjoncouse, il Domaine des Deux Cles. A capo della cantina una coppia felice, lui tedesco lei borgognona, uniti nell’acquisto di una bella frazione di vigna centenaria che è un vero e proprio angolo di paradiso, sia per la vita di tutti i giorni sia per la produzione di bottiglia di assoluta qualità. L’impegno quotidiano consiste proprio nel tutelare questi 12 ettari di proprietà, salvaguardandoli al meglio; tale obiettivo prende forma in un approccio biodinamico in vigna, lontano da ogni “esoterismo” eccessivo e ben concentrato sul fare le cose nel modo più naturale possibile, per portare a vendemmia grappoli sani, puri e carichi di profumi. Tra i filari si coltivano i varietali a bacca bianca e rossa tipici della zona, maccabeau, carignan, grenache e syrah. Anche in cantina si ragiona sul concetto di “naturalità”, alla ricerca dell’espressione più vera del luogo: lieviti indigeni in contenitori di cemento e affinamento in legno, guardando a un’idea produttiva che ammicca alla Borgogna contestualizzandola in questa parte di Francia. Quattro i vini a oggi prodotti, il “Clés en Main”, il Corbières Blanc e Rouge e la Réserve Rouge IGP, per una gamma di assoluta qualità, che testimonia come il lavoro svolto all’interno del Domaine des Deux Cles faccia presagire a un futuro roseo ricco di successi e gratificazioni!