Untitled-1

Charles de Granville


La leggenda narra che un orfano di nome Charles fu ingaggiato come corsaro a Saint Malo, alla tenera età di 14 anni, durante il regno di Luigi XIV, il Re Sole. Charles era incaricato di occuparsi dell’alimentazione dell’equipaggio e, prima di partire per una spedizione in mare, caricò a bordo una bevanda da lui stesso prodotta, che fu ritenuta eccellente. Era semplicemente un distillato che, nelle intenzioni del giovane Charles, sarebbe dovuto servire per contrastare lo scorbuto, malattia causata dalla carenza dell’acido ascorbico. Charles decise di conservare la bevanda in fusti di rovere. Secondo la leggenda, alcuni anni più tardi, Charles fu esentato dagli obblighi militari a causa di una ferita, per questo raggiunse la sua innamorata con cui si trasferì nella città di Granville. Le imprese militari gli valsero i favori del re, dal quale ricevette il nome di “Charles de Granville”. Fiero del suo nuovo appellativo, iniziò a dedicare la sua vita al perfezionamento e alla produzione di ciò che lo avrebbe reso famoso in tutto il mondo: il Calvados Charles de Granville. Da allora, i Calvados etichettati “Charles de Granville” non hanno mai smesso di conquistare, nel mondo intero, le più importanti e prestigiose tavole dell’alta gastronomia. Furono in particolare serviti alla tavola della reale corte d’Inghilterra, alla corte del re di Francia e, nel XIX secolo, anche alla tavola dello zar di Russia. Nel XX secolo, il presidente d’America Roosevelt ne ordinò per suo uso personale. Oggi la distilleria “Charles de Granville” continua a portare avanti questa tradizione di eccellenza, proponendo una straordinaria gamma di Calvados, a partire dal Calvados Fine, per passare all’Hors d’Age, per finire con un buon numero di vecchi millesimi molto rari. Distillati, in sostanza, semplicemente straordinari.