Untitled-1

Bonaventura Maschio


La storia della Bonaventura Maschio, così come la conosciamo oggi, ha inizio, a fine ottocento, a Cismon del Grappa: qui, infatti, la famiglia Maschio coltivava la terra e distillava la Grappa con il carro degli alambicchi, lo stesso che i Maschio riportarono in Italia dopo aver viaggiato, in lungo e in largo, per la Romania e l'Ungheria.
A dare il via all'azienda pensò Antonio Maschio e, successivamente, suo nipote Bonaventura diede, nel primo novecento, un'impronta imprenditoriale alla distillazione; l'azienda, poi, ebbe una vera e propria svolta sul finire degli anni ottanta, sotto la guida di Italo, con la nascita del distillato d'uva ""Prime Uve"".
Oggi, dopo cinque secoli di storia, a portare avanti la tradizione di un'azienda che ha sempre cercato e trovato nel lavoro, nella ricerca e nella qualità, valori essenziali ed autentici, troviamo i figli di Italo, Anna e Andrea.
Anna, dopo una laurea in Lettere Antiche conseguita all’Università di Padova e un master in Export Marketing, è entrata giovanissima in azienda e si è occupata fin da subito della direzione commerciale estero; Andrea, invece, laureato in Gestione delle Imprese Agroalimentari all’Università di Verona, affianca il padre Italo nella gestione aziendale, curandone gli aspetti legati alla produzione e alle numerose attività di sperimentazione.
Gesti sapienti, natura incontaminata, desiderio di scoperta, unicità e semplicità: tutto questo fa parte, ancora oggi, del mondo Bonaventura Maschio e, soprattutto, ne rappresenta i distillati.
Oggi, oltre ai distillati d'uva, rientrano nel catalogo prodotti della Bonaventura Maschio Gin, Brandy, Grappe, Mezcal, Tequila, Rum e Amari.
I primi, in particolare, che hanno reso celebre l'azienda, nascono dalla lavorazione di pregiate uve, giunte a perfetta maturazione; per la loro produzione si utilizza l’uva nella sua interezza, sia la polpa che la buccia, e si distinguono quindi in maniera sostanziale dalle grappe, che si ottengono invece dalla distillazione delle sole vinacce.