Untitled-1

Belle Pente


""Belle Pente"" - in italiano ""Bella Collina"" - è nata dall'incontro, nella Silicon Valley, tra un newyorkese (Brian) e una donna del Minnesota (Jill).
I due, stabilitisi inizialmente in California, dopo un serio terremoto, nel 1989, si trasferiscono in Oregon, dove tutt'ora vivono e lavorano, e fondano la loro azienda vitivinicola.
Sebbene entrambi siano pluripremiati produttori di birra, infatti, il loro grande sogno è, da sempre, quello di produrre vino di qualità e con ""Belle Pente"" lo hanno realizzato.
Il vigneto della Tenuta sorge nella zona di Yamhill-Carlton, a 500 piedi sul livello del mare, su dolci pendii rivolti a sud, sud-ovest e sud-est, che consentono alle viti di beneficiare della luce solare sia al mattino che al pomeriggio.
I terreni, poi, sono sedimentari e, dal 2000, si predilige la viticoltura biologica, mentre, dal 2005, sono state introdotte anche tecniche biodinamiche. Tra i vini prodotti dall'azienda, meritano, sicuramente, di esser citati lo Chardonnay in purezza e il Pinot Noir ""Estate Reserve"". Il primo, è piacevolmente ampio ed è segnato da sentori di agrumi e di frutti tropicali maturi; affinato in legno per un anno intero, è un vino carico di profumi, di chiara personalità e di temperamento deciso.
L'""Estate Reserve"", invece, nasce da uve pinot nero raccolte manualmente; affinato, per 18 mesi, in barriques di rovere francese e conservato, poi, per altri 18 mesi in bottiglia prima della commercializzazione, è un vino ricco di fascino, con un bel potenziale d'invecchiamento. In definitiva, ottime esposizioni, viticoltura biologica e biodinamica e manipolazioni minime anche in cantina, fanno di ""Belle Pente"" uno dei migliori interpreti della viticoltura dell'Oregon e degli Stati Uniti.