Untitled-1

Gerry Scotti


Gerry Scotti, il popolare conduttore televisivo, ha deciso di dedicarsi, già da qualche anno, a una vecchia passione di famiglia: il vino. Nato in campagna e cresciuto nella vigna del nonno, Gerry ricorda ancora tutto dei luoghi della sua infanzia: i profumi, i sapori e i colori; intenzionato ad omaggiare la storia della sua famiglia e, insieme, quella della sua terra, ovvero l'Oltrepò Pavese, ha, quindi, avviato una collaborazione con i produttori della famiglia Giorgi, attiva nel panorama vitivinicolo della Lombardia sin da lontano 1875. Inizialmente i vini proposti sono stati tre: un Pinot Nero vinificato in rosa, un Riesling e l'immancabile Barbera. L'Oltrepò Pavese Pinot Nero Rosato DOC "Pumgranin", fresco e succoso, rivela, fin da subito, una beva invitante e molto accattivante. Segnato da sentori di fragoline di bosco e melagrana e note vegetali di salvia e menta, si presta ad allietare aperitivi e pranzi leggeri ed è un rosato duttile e godibilissimo. L'Oltrepò Pavese Riesling DOC "Mesdì" è, invece, un vino dai profumi caratteristici, che richiamano quelli noti del varietale; vivace e gioioso, invita, poi, ad una beva distesa e spensierata. Infine, l'Oltrepò Pavese Barbera DOC "Regiù" di Gerry Scotti, affinato in parte in acciaio e in parte in barrique, è un rosso ricco e suadente, carezzevole e di chiara vocazione gastronomica, di cui godere in compagnia degli amici o, adatto, anche, ad allietare il quotidiano. A questi si sono poi aggiunti uno Spumante Metodo Classico e il particolarissimo Buttafuoco DOC "'56". Dopo essere stata una tipologia della DOC Oltrepò Pavese, a partire dal 2010 al Buttafuoco è stata riconosciuta una DOC a sé stante ma, con ciò, non è venuto di certo meno il peculiare carattere di questo vino, forte e importante; quello di Gerry è un Buttafuoco che scuote ed inebria.