Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Podere Sotto Il Noce


Podere Sotto Il Noce prende il nome dal grande noce che domina la più vecchia vigna di proprietà; con sede a Castelvetro, in provincia di Modena, l'azienda è gestita da Max Brondolo, il quale produce vini seguendo la filosofia ed i principi dell’agricoltura biodinamica. La passione di Max per il vino viene da lontano; i suoi nonni, astigiani, erano soliti produrre vino per il consumo famigliare e dopo il trasferimento a Milano hanno iniziato a commerciare Barbera sfusa. Attualmente la sua proprietà si compone di circa sei ettari e tra le varietà coltivate spiccano, indubbiamente, il grasparossa e il trebbiano modenese; l'agricoltura biodinamica, come ci tiene a spesso a specificare lo stesso Max, non lavora sulla quantità ma, piuttosto, sulla qualità e, quindi, l'obiettivo principe è produrre, innanzitutto, un'uva eccellente, facendo, poi, dell'intero processo di vinificazione un vero e proprio "atto culturale". Attualmente, nel suo Podere, Max produce quattro vini: il “Confine”, un vino rosso frizzante che nasce dalla uve della vigna più vecchia; il Cattabrega, un vino rosato frizzante prodotto a partire da lambrusco grasparossa, lambrusco di sorbara e lambrusco modenese; il Saldalama, vino rosso frizzante composto da lambrusco grasparossa, lambrusco di sorbara e trebbiano modenese; il Mennabò, lambrusco grasparossa di castelvetro in purezza. Max ama trascorrere il suo tempo in vigna, lavorando la terra e aiutando il terreno a ritrovare e, poi, a mantenere il suo equilibrio; l'uva, accuratamente selezionata, è raccolta a mano in cassetta e in cantina il lavoro, per lo più, consiste in travasi. Per quel che concerne il futuro, Max intende, naturalmente, continuare su questa strada, dando, al contempo, spazio anche a nuovi progetti come quello, appena avviato, con l'Università di Ravenna, per la coltivazione di "uva tosca", un'uva storica, dalla peculiare capacità di maturare anche in alta collina e in montagna.