Untitled-1

Maggiovini


"“Da sempre il vino fa parte della storia della nostra famiglia. Per passione e vocazione abbiamo scelto di portare nel futuro questo profondo legame con la grande tradizione di queste terre, dove furono i Greci per primi a portare la vite e a produrre il vino. Negli ultimi decenni abbiamo preso parte alla grande impresa del rinascimento vitivinicolo siciliano, accettando le sfide di una produzione contemporanea, giocata tra la riscoperta dei vitigni autoctoni, un’agricoltura biologica e sostenibile, la sperimentazione, la ricerca e l’innovazione. Portiamo la qualità e il valore del Cerasuolo di Vittoria e dei grandi vini siciliani nel mondo, accrescendone identità e riconoscibilità. E lo facciamo con l’orgoglio di rappresentare un’area di produzione d’eccellenza: qui passato, presente e futuro si incontrano nella generosa ricchezza di questa terra.”: queste sono le parole - riportate alla lettera - che si leggono sulla homepage del sito web dell’azienda Maggio Vini. Parole che meglio di qualunque altro incipit ci invitato alla scoperta di un’azienda tra le più rilevanti dell’intero panorama vitivinicolo della Grande Isola.
Gli inizi parlano di un padre originario di Marsala e di due nonni vignaioli nelle terre proprio del Cerasuolo di Vittoria. Il presente parla di un legame familiare che non si è mai interrotto, e di un’inscindibile simbiosi con il territorio e con le tradizioni.
Sono queste le premesse da cui prende le mosse la realtà di “Maggio Vini”, che recita la sua parte nel palcoscenico delle terre di Vittoria, in provincia di Ragusa, dove dagli anni Novanta l’impostazione rispecchia le norme dell’agricoltura biologica, con un occhio sempre attento e vigile rivolto alla ricerca e alla sperimentazione.
Tra i filari, le varietà coltivate sono quelle del frappato, del nero d’Avola, del grillo, dell’insolia, del catarratto e del moscato, seguite dagli internazionali di chardonnay, cabernet sauvignon, merlot e syrah. Varietà che, in ogni caso, in cantina vengono interpretate e valorizzate nel segno della più alta qualità possibile.
I nomi che ne escono vanno a comporre una vetrina di circa venti etichette, che dalla linea “Vigna di Pettineo” ci portano alla gamma “Rasula” e ai “Pithoi”, passando per “Amongae”, “Passoro”, “Luna Nascente”, “Alessia”, “Rappatu”, “Kalaurisi” e “Ariddu”, fino ad arrivare alle “Exclusive Label” di “Winoswin” e “U Cumpare”: sono tutte bottiglie, quelle targate “Maggio Vini”, capaci di parlare la lingua della massima eccellenza enologica siciliana, e in grado di offrire emozioni vere e profonde senza mezzi termini.
"