Untitled-1

Liedholm


Vera e propria leggenda del calcio internazionale, Nils Liedholm è stato uno dei più grandi giocatori di calcio svedesi, soprannominato il “Barone” per via del suo carattere da gentiluomo vecchio stampo. Dopo aver avuto successo in patria, approdò al Milan, dove rimase fino al suo ritiro agonistico avvenuto nel 1961, anno in cui diede avvio a una altrettanto gloriosa carriera da allenatore, che lo porterà a conquistare per due volte il titolo di campione d’Italia, nel 1979 con il Milan e nel 1983 con la Roma, e a sfiorare sempre con la Roma il successo nella Coppa dei Campioni, persa nel 1984 in finale ai rigori contro il Liverpool.
Questa la leggenda, che nasconde l’uomo. L’uomo Nils Liedholm che nei primi anni settanta - nel 1973 per l’esattezza - acquistò la tenuta Villa Boemia di Cuccaro Monferrato.
Situata in provincia di Alessandria e già impiantata con viti di barbera e di grignolino, l’azienda vide avviare l’attività vinicola nel 1977, quando si cominciò a produrre vino inizialmente solo destinato all’uso famigliare. Data la buona qualità del vino stesso, tuttavia, non passarono molti anni perché fossero impiantati nuovi vigneti, di pinot nero, di cabernet sauvignon e di cabernet franc.
Al 1985 risale poi la costruzione della cantina di vinificazione, affiancata dai locali destinati all’invecchiamento, all’imbottigliamento e allo stoccaggio. È così che passo dopo passo l’azienda di Nils Liedholm si è ingrandita sempre di più, gestita fino al 2015 dal figlio dello stesso Nils, Carlo Liedholm, che recentemente ha ceduto l’impresa alla Società Agricola Monte Ferrato s.r.l., di proprietà di un importante gruppo industriale che ha continuato a gestire l’azienda come sempre aveva fatto la famiglia Liedholm, ovvero percorrendo la strada dei massimi standard qualitativi.
Con circa 12 ettari vitati e una produzione media annua di 80/90mila bottiglie, è in questo modo che ancora oggi l’azienda Liedholm continua a proporre etichette semplicemente eccellenti. Vini veri e propri fuoriclasse.