Untitled-1

Indomiti


Indomiti, giovani, incoscienti, vigne vecchie, vini disobbedienti. Sono i punti cardinali del progetto vinicolo, in divenire, di Simone Ambrosini: giovane vignaiolo intraprendente; dopo la laurea in enologia e viticoltura inizia una dura gavetta, fatta di esperienze in grandi o grandissime aziende, girando il mondo; Foradori, Monteforche e Domaine Chevrot sono le esperienze più significative. Nel 2018 avviene la svolta, senza terra, senza alcun aiuto, nemmeno quello di un trattore, Simone inizia a spremere la sua uva, guidato solo dal suo istinto e dalle sue idee, grazie al passaparola riesce a trovare mezzo ettaro di vigna sui Colli Berici in provincia di Vicenza, la sua terra natia. Senza disporre di una cantina, praticamente con l’ausilio di un solo paio di forbici Simone inizia la sua avventura. Alle porte della vendemmia riesce a mettersi d’accordo con un vignaiolo della zona per avere un po’ di spazio nella sua cantina - relativamente, dato che dovrà tenere le vasche all’aperto, sotto le intemperie dell’autunno, sotto le stelle, vini sognatori, vini indomiti - dove produrrà le sue prime cinque cuvée, di cui una birra acida. Ad oggi Simone viaggia ancora, ramingo, da cantina a cantina in cerca di uno spazio condiviso, bussando alle porte di vignaioli che condividano la sua filosofia: minimo intervento sia in vigna sia in cantina (solo rame e zolfo e solforosa all’osso), con i rischi che questo comporta. La terra sotto ai suoi piedi però è aumentata; Indomiti ora è un progetto che si avvale di quasi tre ettari di vigneti vecchi, recuperati, rieducati, salvati dall’abbandono, nel comune di Arcugnano sopra il lago di Fimon, nel pieno dei Colli Berici, su una collina di origine marina con un suolo ricco di fossili, zona ad alta vocazione per i vitigni rossi di cui il più emblematico è il tai rosso, vitigno che Simone gestisce in maniera magistrale rispettandone l’indole. Estremamente interessante, inoltre, il carattere della garganega di queste terre, decisamente più indomita di un vino di Soave.