Untitled-1

Claudio Alario


"Nata ben oltre un secolo fa - all’inizio del secolo scorso - e da sempre a conduzione familiare, la cantina Claudio Alario rappresenta una realtà vitivinicola appartenente al suggestivo palcoscenico delle Langhe piemontesi, inserita com’è in un contesto che enologicamente parlando è tra i più prestigiosi d’Italia nonché unico al mondo.
Ci troviamo per l’esattezza a Diano d’Alba, in provincia di Cuneo, in un piccolo paese a carattere rurale contraddistinto da un territorio caratterizzato da verdeggianti e morbide colline, che da interi decenni rappresentano lo scenario peculiare e ineguagliabile di vini che toccano vertici qualitativi a tratti semplicemente inarrivabili.
È qui che l’azienda “Claudio Alario” da ben tre generazioni viene condotta con passione e dedizione, serietà e professionalità, partendo dal lavoro in vigna fino ad arrivare alle fasi produttive di cantina.
Le uve che fino a pochi anni fa erano coltivate per essere esclusivamente destinate alla vendita e che oggi sono invece per intero vinificate in proprio, sono tra i filari allevate nel massimo rispetto di quello che è l’equilibrio di ambiente, natura, ecosistema e biodiversità, cosicché i grappoli che si arrivano a vendemmiare risultano puntualmente sani e schietti, pregiati, ricchi e concentrati.
In cantina, sempre inseguendo i più elevati standard, a dettare il passo è nuovamente la materia prima, per cui mai vengono prevaricate le connotazioni del varietale, della stagione e del territorio.
È così che dal 1988 prendono vita etichette assolutamente eccellenti. È così che dopo aver iniziato a produrre il Dolcetto, si è poi ampliata la gamma con il Nebbiolo e con la Barbera, per poi approdare infine al Barolo nel 1995.
Sfruttando i vigneti di Diano d’Alba, di Serralunga d’Alba e di Verduno, che si attestano tra i 20 e i 50 anni d’età, e soprattutto perseguendo una filosofia volta verso un costante e continuo miglioramento, il risultato è dato da nomi quali Dolcetto “Montagrillo”, Dolcetto “Costa Fiore”, Dolcetto Superiore “Pradurent”, Barbera “Valletta”, Nebbiolo “Cascinotto”, Brolo Riva e Barolo Sorano. Vini che raccontano l’essenza più profonda delle Langhe e del Piemonte.
"