Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Cascina Galarin


Tutto ha avuto inizio alla fine del XVIII secolo, quando i predecessori di coloro che oggi reggono le redini dell’azienda Cascina Galarin, costruirono personalmente e pietra su pietra la struttura, edificando parte della cantina e della casa, e realizzando anche la preziosa porta in legno, ancora esistente e il cui intarsio rappresenta attualmente il logo dell’impresa. Siamo in Piemonte, in una zona compresa tra le Langhe e il Monferrato, in provincia di Asti ed esattamente nel comune di Castagnole delle Lanze: è qui che si incontrano i dieci ettari che rispondono al nome di “Cascina Galarin”, dei quali al momento cinque sono vitati. Da sempre impresa agricola attenta al rispetto della natura e dell’ambiente, è verso il finire degli anni ’80, con l’ingresso in azienda di Giuseppe Carosso, che Cascina Galarin inizia a imbottigliare i propri vini. Proprio per merito di Giuseppe, infatti, si è avuta una piccola ma fondamentale rivoluzione nella filosofia aziendale: si è iniziato a condurre i vigneti in maniera meticolosa e attenta, e in fase di vinificazione e invecchiamento si è iniziato a rispettare al massimo varietale e terroir, come prima non avveniva. È in questa maniera che Cascina Galarin è arrivata direttamente a sposare una viticoltura che segue le norme del metodo biologico, per cui dalla vendemmia 2016 potrà anche fregiarsi della certificazione ufficiale. Tra i filari, si incontrano alcune della varietà vitate piemontesi più importanti, quali barbera, moscato, nebbiolo e chardonnay, cui si affiancano anche grignolino, freisa, cabernet sauvignon e pinot nero. Grappoli schietti e pregiati sono lavorati al fine di ricavarne vini di alto livello qualitativo, e l’obiettivo, stagione dopo stagione, vendemmia dopo vendemmia, viene sempre puntualmente centrato. Oltre a Giuseppe Carosso, adesso in azienda lavorano anche i suoi figli, Marco e Giovanni, che contribuiscono a portare avanti una tradizione di famiglia vecchia di oltre due secoli, e che si traduce in eccellenti bottiglie frutto del miglior Piemonte.