Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Bruno Ferrara Sardo


Entrato nel mondo del vino grazie ad un lascito ereditario, è nel 1993 che Bruno Ferrara Sardo inizia a coltivare un piccolo vigneto lavorato in precedenza dal nonno. Alla proprietà iniziale, nel corso degli anni, si sono aggiunte, piano piano, altre parcelle ed oggi l'azienda consta di 1,98 ettari; questi ultimi si trovano a pochi chilometri dal paese di Randazzo, in contrada Allegracore, sul versante settentrionale dell'Etna, in una posizione notoriamente vocata alla produzione di grandi vini rossi. Guidato dai ricordi della sua infanzia e dalla voglia di scommettere sulle potenzialità del suo territorio, Bruno ha deciso, fin dall'inizio, di tutelare quanto ricevuto, bandendo l'uso di sostanze chimiche, riservando ai trattamenti solo piccole quantità di rame e di zolfo e lasciando spazio all'inerbimento spontaneo, per quanto reso possibile dal delicato equilibrio botanico dell'ambiente etneo. In cantina, inoltre, l'obiettivo Bruno è, da sempre, quello di accompagnare, senza intralcio, il buon risultato faticosamente ottenuto in campagna; a tale scopo, alle basse rese e alle vendemmie naturalmente tardive, seguono una vinificazione poco interventista, che ricorre ai soli travasi per governare la parabola del vino, fermentazioni spontanee affidate ai lieviti indigeni e assenza di filtrazioni, e chiarifiche. Al momento Bruno coltiva esclusivamente nerello mescalese; il vigneto, impiantato in parte 40 anni fa e in parte oltre 50 anni fa, si trova ad una altitudine di circa 700 metri ed è allevato su terreno di origine vulcanica, con substrato lavico. Il vino che ne nasce è "'Nzemmula", un Etna DOC il cui nome, nel dialetto locale, vuol dire "insieme", pensato per essere un invito alla gioia e al piacere della condivisione. "'Nzemmula" è memoria, è un vino che esprime, con grande naturalezza, la sua intrinseca capacità di allacciare e stringere relazioni; si tratta, in definitiva, usando le parole dello stesso Bruno, di un rosso "emozionale ed emozionante, che nutre l'anima e fa bene al cuore".