Untitled-1

Azienda Vitivinicola Rore


"La cantina Rore è un progetto che nasce a Telve , un paese della Valsugana, in Trentino.
Caratterizzata da uno stretto legame con il territorio, i suoi vini si fanno portavoce di un messaggio di qualità, dedizione e semplicità, la loro produzione annua è di appena 9 mila bottiglie, questo permette loro di seguire accuratamente e con amore tutte le fasi di lavorazione sia in vigna che in cantina, in modo da ottenere un prodotto quanto più artigianale e naturale. Per descriverla in tre parole diremmo: una famiglia, una passione, un sogno, così può essere sintetizzato il loro lavoro e la loro filosofia.
Grazie a tutte le loro accortezze riescono perfettamente a rispondere alle esigenze e alle aspettative di tutti coloro che ricercano in un vino affidabilità, personalità e grande qualità. Lavorano su appena tre ettari di terreno collinari posti su pendii che garantiscono condizioni pedo-climatiche assolutamente ottimali per la maturazione delle uve, l’escursione termica tra il giorno e la notte inoltre, consente di ottenere un grado di acidità adeguato e migliora il corredo aromatico delle uve, permettendo una qualità maggiore.
La zona della Valsugana, seppur poco conosciuta, è un territorio che si addice perfettamente e magnificamente alla coltivazione della vite, già nel 1670, infatti, l’autore Mariani scriveva:” In Trentino vi è vino per 3 anni e grano per 3 mesi … Vini stimabili sì bianchi come rossi e di effetto costante …”.
Nel 1892, con l’apertura della cantina sociale di Borgo Valsugana (paese che dista 3 km da Telve), l’economia vitivinicola della zona ebbe un importante sviluppo, questa cantina infatti era addetta al rifornimento di vino per l’Impero Austro-Ungarico.
Con l’avvento della guerra e di alcune malattie della vite, come la fillossera, la viticoltura in Valsugana andò persa quasi completamente e la Cantina Rore, oggi, sta cercando di riportare alla luce ciò che fu perso molto tempo fa, un grandissimo territorio per dei grandissimi vini sia bianchi che rossi.
Da sempre, nel loro lavoro hanno affrontato il problema della produzione di uva nel rispetto dell’ambiente, della sicurezza dei prodotti e della salute dei consumatori tramite anche la valorizzazione degli aspetti storici, culturali, ecologici e paesaggistici, dando forte importanza all’ottenimento di prodotti di qualità e rispetto.
Per questo trattano le viti senza utilizzare nessun prodotto chimico garantendo così un trattamento che è a tutti gli effetti considerato biologico e trasparente.
Il ventaglio di vini prodotti si compone di tre diverse etichette, più una esclusiva e di vera nicchia: due bianchi, un rosso, uno spumante, rispettivamente il ""Rore Bianco"" chardonnay Igp , il ""Rore Nero"" rebo Igp (che è un incrocio tra teroldego e merlot), il ""Rore Vallis Ausuganea"" Brut Metodo Classico, e il “Cinese” cinese in purezza, antico biotipo di vernaccia della zona, un prodotto di vera nicchia.
Loro sostengono che fare viticoltura sostenibile per non significhi tornare al passato, ma mantenere le conquiste sociali e crescere riducendo l’impatto ambientale.
Una piccola, ma grande cantina, ricca di sorprese!"