Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Albarossa


"Incantevoli, ricche di storia e di tradizione, incontaminate e vaste, antiche e leggendarie: sono le terre nord-occidentali dell’Argentina, quelle che fungono quasi da porta d’ingresso per il paese del tango, a essere anche ideali per la vitivinicoltura. Luoghi di incontro, in cui si sono incrociate numerose culture appartenenti a differenti popolazioni, sono queste terre uniche nel loro genere, capaci di rappresentare al mondo intero quello che vuol dire integrazione tra i popoli.
È questo il palcoscenico dove si trova Finca Albarossa, azienda vitivinicola che partendo dalle pendici della cordigliera preandina fino ad arrivare alla “Ruta 40”, copre una superficie complessiva di circa 135 ettari. 135 ettari che fanno capo a una cantina nata da quello spirito italiano che riempie gli occhi di sogni e di amore, spingendo le persone a intraprendere nuove avventure in nuovi luoghi, senza mai prevaricare l’essenza dei posti che li vedono arrivare.
Tra i filari, viti di torrontés e di malbec principalmente crescono in suoli aridi ma particolarmente vocati per la viticoltura, allevate nel pieno rispetto di quello che è l’equilibrio di ambiente, natura, ecosistema e biodiversità. Stagione dopo stagione, vendemmia dopo vendemmia, cercando sempre di inseguire l’equilibrio vegetativo e di seguire i ritmi del tempo, si arrivano a raccogliere uve schiette, sane, ricche e concentrate in ogni loro più piccola sfumatura organolettica.
In cantina, la filosofia adottata non è molto distante da quella applicata nel vigneto, per cui l’obbiettivo principale rimane sempre il raggiungimento dei massimi standard qualitativi, e il frutto viene lavorato sempre cercando di esaltare tutto quanto la stagione e il territorio sono stati in grado di esprimere nei grappoli.
A completare il quadro, infine, un vero e proprio tocco artistico, con le creazioni di Enrique Salvatierra che impreziosiscono ulteriormente vini già straordinari, adornati quindi da etichette meravigliose, che campeggiano su bottiglie capaci come poche altre di unire Italia e Argentina, nel racconto di quella che è l’essenza enologica del terroir da cui nascono.
"