Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Cos


È nel 1980 che tre giovanissimi amici - Giambattista Cilia, Cirino Strano e Giusto Occhipinti - fondano l'azienda agricola COS, iniziando così un percorso che negli anni a venire, probabilmente senza volerlo, avrebbe avuto fortissime influenze nella viticoltura non solo siciliana, ma dell’intera Penisola italiana.
Siamo esattamente a Vittoria, nel cuore di una delle denominazioni più importanti dell'Isola, quella del Cerasuolo, unica DOCG del territorio siculo. È qui che, praticamente da subito, la neonata azienda vinicola COS ha cominciato a seguire i principi della viticoltura biodinamica, per aiutare la vigna a trovare e a mantenere un equilibrio in piena sintonia con la natura, e per far esprimere al vino la profondità del carattere dei propri suoli. È qui che COS, tra le prime cantine italiane, ha iniziato a utilizzare in vinificazione grandi recipienti di terracotta, materiale che non cede alcuna caratteristica aromatica: le famose anfore.
È l’inizio di un progetto che porterà la cantina ad allontanarsi definitivamente da una certa convenzionalità produttiva, affermando allo stesso tempo un vero e proprio stile immediatamente riconoscibile. Da qualche anno alle anfore sono state affiancate anche grandi vasche in cemento vetrificato, anch’esse contenitori in grado di valorizzare tutta la tipicità delle uve autoctone appartenenti a questo bellissimo spicchio di Sicilia: frappato, nero d'avola, grecanico e inzolia.
È in questa maniera che oggi i vini etichettati COS sono in grado di raccontare una storia antica, lontana dalle mode e dalle logiche commerciali del momento, e strettamente connessa con quella che è la vera essenza delle terre siciliane. Vini come il “Maldafrica” o il “Nero di Lupo”, il “Ramì” o il “Pithos”, senza ovviamente dimenticare il Cerasuolo di Vittoria, proveniente dall’area più classica della denominazione. Vini che raccontano di sole e calore, di natura e di rispetto delle più antiche tradizione locali. In una parola: vini siciliani.