Untitled-1

Whitehaven


Fondata sul finire del secolo scorso, nel 1994 per l’esattezza, la cantina “Whitehaven” si trova in Nuova Zelanda, è situata nel cuore della regione di Marlborough ed è una delle più giovani realtà vitivinicole della zona, che in poco tempo ha saputo affermarsi come ambasciatrice di qualità ed espressività.
Condotta attualmente da Sue White, che guida un affiatato e talentuoso team aziendale, la cantina sta al momento conoscendo un periodo di grande visibilità, premio del duro lavoro attuato in precedenza, che l’ha vista fortemente concentrata nella scrupolosa cura dei vigneti e nell’altrettanto attenta gestione di cantina, condotta secondi i massimi standard qualitativi.
Partendo dal presupposto che i grandi vini si ottengono da uve di alta qualità, nel vigneto ogni lavorazione è attenta e meticolosa, e qualsiasi scelta agronomica viene attuata nel massimo rispetto di quello che è l’equilibrio dell’ambiente, della natura, dell’ecosistema e della biodiversità. Sfruttando condizioni microclimatiche estremamente favorevoli alla coltivazione della vite, si arrivano a raccogliere puntualmente, vendemmia dopo vendemmia, grappoli particolarmente pregiati, ricchi e concentrati in ogni più piccola sfumatura organolettica.
In cantina, come detto, la filosofia è incentrata sulla ricerca della qualità senza compromessi, per cui le più moderne e avanzate tecnologie enologiche sono utilizzate rispettando le tradizioni artigianali del “Vecchio Continente”, così da arrivare a esaltare nei vini tutto quanto la stagione e il territorio sono stati in grado di esprimere nel frutto. L’impegno costante e la volontà di arrivare a produrre vini autentici ed espressivi, fa sì che la realtà di “Whitehaven” sia una delle aziende più belle della nazione.
Dal Sauvignon Blanc al Pinot Nero, dallo Chardonnay al Pinot Grigio, dal Riesling al Gewürztraminer, senza dimenticare il Grüner Veltliner, il Rosé e il Passito, sono tutti vini, quelli etichettati “Whitehaven”, capaci di raccontare il più bel lato della Nuova Zelanda se si parla di enologia.