Untitled-1

Sérol


Di proprietà della famiglia Sérol dal diciassettesimo secolo, la tenuta è stata tramandata di padre in figlio per cinque generazioni e ognuno di loro ha contribuito a far grande la sua storia. Robert Sérol ne ha preso le redini nel 1964; in quegli anni la coltivazione della vigna e la conseguente produzione di vino vivevano un momento di difficoltà ma Robert, da grande appassionato quale era, perseverò nell'impresa e, con il supporto della moglie Marie-Thérèse, riuscì a risollevare l'azienda, ottenendo anche, per i suoi vini, la AOC Côte-Roannaise.
Stéphane Sérol ha, in seguito, rilevato l'azienda nel 2000, ampliando la tenuta e la gamma dei vini rossi, impegnandosi, anche, in un nuovo impianto di viognier e nella produzione di vini rosé. Oggi dai 27 ettari vitati si producono vini rossi e rosati a partire da uve gamay e, dal 2010, anche un bianco da uve viognier.
I Sérol, infatti, si sono impegnati, fin dagli inizi, nella coltivazione di varietà che meglio di altre si adattano a un territorio come quello ai piedi del Massiccio Centrale, dove i suoli sono ricchi di granito e porfido.
Nella tenuta Sérol, poi, la moderazione e il buon senso hanno spinto tutti, nel corso di questi anni, verso metodi di coltivazione rispettosi dell'ambiente, al fine, anche, di preservare, un'eredità che, di anno in anno, si fa sempre più preziosa; ciò ha permesso di ottenere la certificazione di agricoltura biologica.
Inoltre, associando le tradizioni vitivinicole alle tecniche più recenti, si garantisce una viticoltura sostenibile e si soddisfano, anche, alti standard qualitativi.
È così che la tenuta, seppur in costante rinnovamento, ha mantenuto, fino ai giorni nostri, i valori della sua fondazione: rispetto per il lavoro, amore per la vigna, savoir-faire, tutela e al contempo grande attaccamento ad un territorio prezioso come quello della denominazione Côte-Roannaise AOC.