Untitled-1

Parasole Milena Danei


Quando si parla di “Ansonaco” all’Isola del Giglio si pensa inevitabilmente a piccole realtà familiari che producono vino secondo le tradizioni isolane, proprio come “Parasole”, piccola azienda vitivinicola creata da Milena Danei inseguendo il sogno di una vita: tornare all’Isola del Giglio, coltivare le vigne e produrre vino sincero e genuino.
L’azienda è così chiamata in ricordo del nonno Scipione detto “Parasole”.
Il sogno di Milena comincia prendendo pian piano in gestione le vigne dal padre, che come il nonno ha sempre prodotto vino per il consumo familiare, e trasformando questa piccola produzione nella propria azienda.
La cantina nasce nel 2018, anno in cui Milena, dopo le lauree in Enologia e Viticoltura e numerose esperienze lavorative in tutto il mondo, si trasferisce nuovamente al Giglio con la propria famiglia; nello stesso anno esce per la prima volta il suo vino: Strulli.
Parasole produce vino esclusivamente con uve provenienti dai propri vigneti sull’Isola che Milena ha recuperato dal padre che li aveva lavorati negli ultimi 30 anni.
Le viti crescono su terrazzamenti strappati al granito, realizzati costruendo chilometri di muretti a secco, pietra su pietra e riempiendo le conche così ottenute col terreno presente sul posto.
La coltivazione segue la tradizione, le lavorazioni sono esclusivamente manuali, dall’impianto agli innesti, dalle zappature alla pulizia del terreno, dalle concimazioni ai sovesci.
Le piante sono coltivate ad alberello basso e crescono su palature realizzate raccogliendo le canne dalle valli dell’isola. La scelta dei tralci e la sfemminellatura sono rigorose e manuali, e le piante vengono legate alle canne con cura ed attenzione.
I trattamenti sono a base di zolfo e prodotti vegetali, effettuati solo se strettamente necessari, in maniera precisa ed oculata.
Si attende pazientemente la data della vendemmia che arriva solitamente nella prima decade di settembre.
Strulli: è la prima vigna che il padre ha affidato a Milena e che da’ il nome al vino. Situata sul versante ovest dell’isola è completamente esposta ad ovest e vede il sole tramontare nel mare. Il terreno è di tipo granitico e mescolato a vene argillose, poco profondo e tendenzialmente asciutto. La vigna si divide principalmente in due parti, una con viti di oltre 50 anni e una rinnovata nel 2014. Le viti, sempre un poco sotto pressione, danno qua la loro massima espressione.