Untitled-1

Pancole


Nata solo sul finire del primo decennio del XXI secolo - nel 2009 per la precisione - quella di Pancole è una piccola realtà vitivinicola immersa nelle campagne aretine, non lontano da San Giovanni Valdarno, in Toscana.
È qui che grazie all'entusiasmo dei giovanissimi Agnese e Alessandro è possibile trovare prodotti di grande sincerità, perfetta espressione di un territorio meraviglioso. Dei dieci ettari che circondano la cantina, solamente due sono impiantati a vigneto, e accolgono quelle che sono le più tipiche varietà della zona, quali sangiovese, canaiolo, trebbiano e malvasia. L’intero processo produttivo è guidato dall’obiettivo di influenzare il meno possibile quello che la natura, da secoli, sa fare meglio di chiunque altro. Ne risultano perciò vini generosi e genuini, naturali nella migliore accezione del termine.
Tutto inizia dal lavoro tra i filari, dove seguendo le norme di un’agricoltura sostenibile, è massimo il rispetto per l’ambiente, per la natura, per la biodiversità e per l’ecosistema, per cui cercando sempre di raggiungere nel frutto i più altri standard qualitativi, vendemmia dopo vendemmia si arrivano puntualmente a raccogliere grappoli eccellenti, sani, schietti, pregiati e concentrati in ogni più piccola sfumatura organolettica.
In cantina, la filosofia adottata non è molto distante da quella applicata nel vigneto, per cui pur avvalendosi di tutte le più moderne strumentazioni messe a disposizione dalle migliori tecnologie enologiche, il ruolo da protagonista è sempre giocato dalla materia prima, lavorata e interpretata cercando sempre di esaltare e valorizzare tutto quanto la stagione e il territorio sono stati capaci di raccontare nel frutto.
Il risultato è dato da etichette che rispondono ai nomi di “Crono”, “Aiace”, “Otto”, “Fauno” e “Orfeo”. Rossi e Rosati: in ogni caso sono tutti vini, quelli che recano in etichetta il nome “Pancole”, che raccontano la più bella essenza enoica del terroir di cui sono figli. Vini da provare.