Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Bricco del Cucù


Bisogna spingersi oltre le strade più trafficate delle Langhe piemontesi per raggiungere quello spicchio di paradiso che è rappresentato dall’azienda vitivinicola di “Bricco del Cucù”. Fuori infatti dai percorsi più battuti, i filari lasciano ancora spazio a un panorama variegato, fatto di pascoli e di noccioleti, simbolo di una biodiversità da sempre presente.
È qui dove, non lontano da Dogliani, che la famiglia Sciolla si occupa di vino da intere generazioni, arrivando a regalare, vendemmia dopo vendemmia, bottiglie di grande profondità e di grande espressività. Il dolcetto è naturalmente il vitigno più rappresentativo della zona, quello che è intimamente legato a queste meravigliose colline. Non solo, però: tutti i vini di Bricco del Cucù, in genere, sanno essere eleganti nel loro esprimere un chiaro richiamo territoriale, come non tutti i vini sono in grado di fare. In vigna, le piante sono curate con rigore e metodo, nel pieno rispetto di ambiente, natura ed ecosistema, per cui si arrivano a raccogliere uve ricche, pregiate, schiette e concentrate in ogni loro sfumatura organolettica. Su terreni situati a un’altitudine di circa 500 metri sul livello del mare, sono allevate a guyot viti, oltre che di dolcetto, anche di arneis, di sauvignon e di merlot. In cantina, seguendo le più radicate tradizioni locali, ogni passaggio produttivo è volto al raggiungimento del principale obbiettivo, secondo il quale vengono valorizzate ed esaltate le caratteristiche che il territorio e la stagione sono stati in grado di esaltare nei grappoli.
Da tutto ciò prendono vita etichette di assoluto livello qualitativo, e soprattutto capaci di rappresentare fedelmente il terroir al quale appartengono. Vini che, al momento, rispondono a nomi come “San Bernardo”, “Livor”, “Diavolisanti” e “Superboum”. Etichette, quelle che escono dalla cantina “Bricco del Cucù”, capaci di raccontare tutta la bellezza del Piemonte e tutto il fascino delle Langhe.