Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Gabriel Boudier


La storia della distilleria Poli inizia con precisione nel 1898, quando il bisnonno di Jacopo Poli pensò di affiancare alla già avviata e fiorente produzione di cappelli di paglia, l’attività di distillazione.
Da allora, di generazione in generazione, è stata percorsa molta strada e la distilleria si è presto affermata, riuscendo a far apprezzare, a clienti e appassionati, l'amore, la fatica e la tenacia che segnano la produzione di un distillato.
I Poli, che nell’arco di cinquecento anni, dalla natia Gomarolo, si sono trasferiti tre volte, percorrendo in tutto diciotto chilometri per arrivare a Schiavon, dove tutt’oggi risiedono, seppur nei secoli abbiano più volte cambiato le merci prodotte e commercializzate, si sono sempre lasciati guidare dai medesimi valori: il senso del dovere, il senso di responsabilità sociale, il rispetto per i propri clienti e l'orgoglio per il proprio casato.
La distilleria Jacopo Poli, con la sua struttura a porticato tipica delle antiche abitazioni rurali venete, è ormai un bene storico-architettonico-ambientale; il sistema di distillazione, inoltre, è fra i più antichi ancora in funzione: composto da piccole caldaie completamente in rame, come da tradizione, funziona sia a vapore che a bagnomaria con ciclo discontinuo. I distillati prodotti, tutti ottenuti da materie prime sane e freschissime, sono artigianali e contraddistinti da una ricercata eleganza.
Oltre alla Grappa, giovane, barricata o aromatizzata, la distilleria produce Gin; distillati di frutta, di vino, come l'Arzente, affinato 10 anni in botti di rovere della Slavonia, del Limousin e dell’Allier, e di uva; liquori dolci, come l'Elisir Camomilla o l'Airone Rosso ottenuto per infusione in Grappa e Vermouth di spezie ed erbe aromatiche, e secchi, come il Pruma Veneta, infusione in alcool di puro succo e distillato di prugna la cui ricetta originale è immutata dal 1898 al fine di preservare l’inconfondibile aroma ammandorlato che lo contraddistingue.