Untitled-1

Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Distillerie G. Miclo


"Nel villaggio alsaziano di Lapoutrie sorge la distilleria G.Miclo, fondata nel 1962 da Gilbert Miclo, figlio di un commerciante di vini francese.
Situata in una rinomata e vocata terra di vini e distillati, la Distillerie G.Miclo è famosa e riconosciuta in tutto il mondo come una dei migliori produttori di spiriti e acquavite.

Ai piedi dei monti Vosgi, in Alsazia, la Distillerie G. Miclo di Lapoutroie, produce infatti straordinari eaux de vie, ottenuti da frutta attentamente selezionata, per garantirne la massima qualità e l’espressione aromatica. La maggior parte della frutta utilizzata è di origine selvatica ed è raccolta integra e al perfetto grado di maturazione all’interno della regione, con qualche eccezione. Subito dopo la raccolta, la frutta viene pressata sofficemente e dopo la fermentazione o la macerazione la distillazione avrà inizio, con lo scopo di prelevare solo il cuore della seconda distillazione, così da ottenere un prodotto di altissima qualità e aromaticità.

Dopo un riposo di ben 4 anni in acciaio, gli spiriti sono pronti ad essere imbottigliati; prima però viene aggiunta acqua purissima delle montagne di Vosgi, per ridurre la gradazione alcolica e dopo la messa in bottiglia l’acquavite viene infine commercializzata.
Per la “Vielle Prune”, uno dei prodotti più famosi e rappresentativi della Miclo Distillerie, invece, l’invecchiamento prevede un riposo in acciaio per 12 mesi, a cui segue un affinamento in legno, per ammorbidirne gli aromi e i sapori.

La Miclo Distillerie d’Alsace, produce oltre alle sue eaux de vie, anche accattivanti liquori e distillati pregiati, come la “Vodka.G” e il “G.Miclo” Whisky Single Malt, liquori alle fragole e alle pere Williams, Crémes de Cassis, aperitivi agli agrumi e frutti sotto spirito di eccezionale qualità, tra cui ciliegie al brandy e pere Williams intere, sommerse dalla “Grande Réserve” della Maison Miclo. Questa elegante e saporita caraffa prende il nome di “La Poire Prisonnière!”, a sottolineare l’alta qualità e quantità del liquido che la ricopre."