Untitled-1

Château des Creissauds


Guillaume Ferroni, giovane imprenditore francese affascinato dalla storia del bartending e degli spiriti, dal 2000 è proprietario del complesso di Château des Creissauds, una splendida residenza sita ad Aubagne, a poca distanza da Marsiglia. Al suo interno una distilleria, diventata in breve tempo un punto di riferimento per molti appassionati, realizza distillati e liquori di alta gamma, impiegando erbe e spezie coltivate e selezionate nella tenuta di proprietà.
A partire da tali materie prime, si segue una lavorazione attenta a lasciare inalterate le proprietà originarie, rimanendo fedeli ai metodi tradizionali, pur senza disdegnare le innovazioni che permettono di accrescere il valore qualitativo delle etichette.
Tra quest'ultime, degne di particolare nota, sono sicuramente quelle della ""Série des Lumières""; ne fanno parte, per esempio, l'""Eau Verte"" - nato come liquore a Marsiglia intorno al 1830 con lo scopo di prevenire il colera e prodotto per infusione alcolica di radici di rabarbaro, zest di limone, zest di arancia e menta piperita -, ""La Ratafia de Marseille"", molto diffusa già nel 1700, quando veniva prodotta con infusione in alcol di erbe e frutta, e Il ""Vespetro"", un liquore tradizionalmente molto diffuso sia in Francia che in Italia, che ricorda all'assaggio l'acquavite norvegese.
A Guillaume si deve inoltre l'apertura del ""The Carry Nation"", un bar marsigliese pensato per far rivivere ai suoi avventori gli anni del Proibizionismo; non a caso, infatti, il suo stesso nome fa riferimento a quello di una vecchia signora che, sul finire del diciannovesimo secolo, militava tanto strenuamente tra le fila dei proibizionisti da arrivare a impegnarsi, armata di ascia, in spedizioni distruttive a discapito di bar e taverne.
Al ""The Carry Station"", oltre a godere di un'atmosfera unica, si possono assaporare anche i migliori drink di Guillaume, tutti preparati a partire da materie prime coltivate e selezionate nella sua proprietà di Aubagne.