Untitled-1

Bink Wines


"Bink Wine" è il progetto che Koen Janssens ha deciso di portare avanti in solitaria; Koen infatti ha, originariamente, dato il via alla sua esperienza nel mondo dell'enologia in coppia con David Geyer. I due si sono incontrati nel 2015 e, sulle basi della loro amicizia, hanno creato una partnership enologica: "Yetti e Kokonut", che prende spunto dai loro soprannomi. Desideroso di mettersi alla prova, Koen ha deciso di misurarsi, sempre in Australia, nella Barossa Valley, con nuove varietà e con la vinificazione in rosso. Koen, che in questo caso ha disegnato in autonomia anche le etichette dei vini - riprendono un vecchio adesivo per auto belga risalente alla Guerra Fredda -, continua ad operare in vigna come in precedenza; gli interventi sono minimi, l'approccio è spiccatamente naturale e il rispetto per il frutto è centrale. Tra i suoi prodotti segnaliamo, in particolare, "Mirror" e "Paperman"; il primo è uno zinfandel in purezza, mentre il secondo nasce esclusivamente da uve cabernet franc. Il "Mirror", segnato da sentori di lamponi, more e fichi, è un rosso speziato e di piacevole morbidezza; non annoia mai, conquista fin dal primo sorso ed è perfetto per una cena tra amici. "Paperman", invece, rivela fin da subito una bella eleganza; per tipologia coniuga perfettamente il Vecchio Mondo con il Nuovo, ha una beva disarmante, è accattivante e da provare assolutamente.