Human score    Trustpilot Stars    number of reviews    Trustpilot Logo

Sardus Pater


Fondata attorno alla metà del secolo scorso, nel 1949 per la precisione, la cantina Sardus Pater è nata come società cooperativa, e ha iniziato a produrre vino a partire dalla vendemmia del 1955, andando a implementare via via la propria produzione, che oggi si attesta su una media annuale di 600mila bottiglie.
Situata nell’area sud occidentale della Sardegna, la cantina si trova esattamente sull’isola di Sant’Antioco, e riuscendo a raggruppare circa duecento soci conferitori, l’azienda può attualmente contare su una superficie vitata complessiva in grado di arrivare a coprire circa trecento ettari. Tra i filari, ogni socio-viticoltore rispetta al massimo l’equilibrio di ambiente, natura, biodiversità ed ecosistema, e la varietà vitata più presente è quella del carignano, tra tutte le varietà certamente quella più rappresentativa del territorio.
Con viti che hanno almeno cinquanta anni d’età, sono i terreni sabbiosi e vicini al mare quelli che rendono unico il contesto microclimatico, in cui i vigneti sono prevalentemente a piede franco, capaci di arrivare a regalare frutti complessi, articolati, ricchi e concentrati in ogni loro più piccola sfumatura organolettica.
Puntando da sempre sulla qualità piuttosto che sulla quantità, le rese per ettaro sono volutamente mantenute basse, e anche in cantina, con la conduzione enologica a cura di Dino Dini e con la consulenza di Riccardo Cotarella, l’obbiettivo principale rimane sempre uno e uno soltanto, finalizzato a valorizzare le caratteristiche della materia prima, esaltando tutto quanto la stagione e il territorio sono stati capaci di arrivare a esprimere nei grappoli.
Oltre che Carignano, dal 1994 la cantina Sardus Pater produce anche Vermentino, a cui si aggiunge inoltre una piccola produzione di moscato, nasco, monica e cannonau, da vigneti sempre a piede franco.
Da “Arruga” a “Is Arenas”, da “Nur” a “Canai”, da “Horus” a “Is Solus”, da “Foras” a “Insvla”, fino ad arrivare al “Terre Fenice” e al “Lugure”, che siano bianchi, rosati, rossi o spumanti, tutti quelli che rimandano al nome di Sardus Pater sono vini che parlano la lingua della massima eccellenza enologica della Sardegna. Vini eccellenti.